Ragazza aggredita in una comunità di richiedenti asilo

carabinieri arresti

Un giovane della Sierra Leone, richiedente asilo, nella struttura di accoglienza della Cascina Fenatica a Fontanella ha chiuso una volontaria in un bagno della comunità ed ha abusato di lei. La 26enne ha tentato di difendersi, ma invano: il ragazzo l’ha anche picchiata mettendole le mani al collo.

Rimosso il video goliardico degli studenti di infermieristica

Infermiere goliardico

Gli studenti del corso di laurea in Infermieristica dell’Università degli Studi di Brescia sede di Esine hanno realizzato uno spot “goliardico” che promuove, in forma ironica, la professione: il tutto intervallato da una coreografia dove troneggiano «pappagalli» e «padelle» (foto: da un frame del video).

Fatica, muscoli e droga

epo

La palestra era divenuto il nuovo spaccio di droga nella zona . Il proprietario oltre a vendere ai suoi clienti tessere per l’accesso in palestra li omaggiava con sostanze dopati: ossandrolone, stanozololo, anastrozolo, nandrolone e Epo. Il tutto è avvenuto in pieno centro a Montichiari.

Sarnico innalza il livello di sicurezza

Sarnico panorama

Il Sindaco di Sarnico Giorgio Bertazzoli, dopo un bando di gara, ha affidato per tre anni il controllo notturno delle vie del paese e degli edifici di proprietà pubblica a personale di “Sorveglianza italiana”.

Arrestato colombiano per estorsione

Carabinieri Bergamo

I Carabinieri della Stazione di Brescia hanno arrestato per estorsione aggravata un colombiano, domiciliato in via Milano a Brescia, sprovvisto di documenti e permesso soggiorno.

Fatture false sull’asse Italia Romania

Finanza auto

Il giudice di Brescia Lorenzo Benini ha inflitto oltre 17 anni di reclusione ai danni di cinque persone responsabili di un’organizzazione scoperta nel 2016 dalla Guardia di Finanza su un giro di fatture false tra Italia e Romania.

Il Consiglio di Stato non dà la sospensiva ai Gal

valle camonica panoramica

Il Consiglio di Stato, Giudice inappellabile, non ha concesso la sospensiva per i ricorsi presentati nel novembre 2016 dal Gal Valle Camonica, Sebino e Val di Scalve, con quello della Valtrompia contro Regione Lombardia che li aveva esclusi dalla graduatoria di assegnazione dei fondi Leader.