image0

Incontro su immigrazione e teoria gender, i parroci della Val Serina declinano l’invito


I parroci della Val Serina declinano l’invito ad un incontro sui temi di immigrazione e teoria gender. E’ quanto è avvenuto dopo la richiesta da parte della Sezione della Lega Nord Valserina e Altopiano ai Parroci della Valserina. “Abbiamo scritto ai Parroci della Valserina – racconta Enrico Sonzogni, Segretario della Sezione locale – per incontrali personalmente, con 2/3 rappresentanti territoriali del nostro movimeno e, confrontarci su due temi che ci stanno a cuore e che dovrebbero interessare anche a loro: l’accoglienza dei migranti, e la teoria gender. La loro risposta è stata: “Ringraziamo per l’invito, che tuttavia preferiamo declinare.”

“Spiace che Parroci del territorio, Pastori delle nostre famiglie, non vogliano confrontarsi su tematiche così sentite e delicate, dove il nostro movimento è così impegnato e sensibile. Declineranno inviti anche di altri partiti e di tematiche meno importanti? Ci rendiamo conto che quella che si sta affrontando è una grave emergenza nazionale, ma siamo convinti che il confronto con i nostri Parroci anche su questi temi sia basilare”, ha sottolineato Sonzogni.

“Sempre con i Pastori della nostra gente, in un secondo momento avremmo parlato anche di spopolamento del territorio, crisi occupazionale e aiuti alle famiglie bisognose – conclude il leghista -. Noi comunque, anche se i Parroci non vorranno incontrarci, saremo sempre disponibili ad un confronto, faremo il nostro dovere per informare i cittadini su quello che sta avvenendo e saremo sempre dalla loro parte per difenderli da quelle problematiche che ogni giorno devono affrontare e, ci riferiamo soprattutto all’insegnamento della teoria Gender nelle scuole”. 


 

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli

La Lombardia rimane gialla

Il governatore della Lombardia Attilio Fontana ha confermato che la Regione resta in zona gialla. “Lo confermano i dati del monitoraggio settimanale della cabina di