Floating rut

Rifiuti galleggianti in piazza a Orzinuovi

The «Floating Piers» di Christo è diventato per Orzinuovi «The floating rùt», lo sporco fluttuante, tradotto nell’idioma locale: una tonnellata di rifiuti abbandonati, raccolti in un pomeriggio, e la trash art è stata servita a Orzinuovi, su una passerella di 150 metri in piazza Vittorio Emanuele, questa domenica 23 settembre.

Questa domenica 23 settembre a Orzinuovi si è svolta una giornata all’insegna dell’educazione ambientale: davanti all’esposizione di 60 sacchi pieni di lattine, cartacce, bottiglie, ruote di automobili, attrezzi per la ginnastica raccolti nelle strade, sono stati allestiti in piazza alcuni gazebo con laboratori per il riciclo delle associazioni «Cultura e territorio», presieduta da Alessandra Epis, e «5Rzero sprechi», guidata da Marco Migliorati. Guanti e pettorina, sono stati circa 50 sabato pomeriggio, tra bambini e adulti, a raccogliere i sacchi dei rifiuti poi esposti in bella mostra. La chiamata alle ramazze è partita dal gruppo Netaiurs, costituitosi per l’occasione con a capo Ettore Bonetti e Matteo Papa, insieme all’Amministrazione, al Parco Oglio nord e a diverse associazioni. L’obiettivo è che questi 60 sacchi di rifiuti in vetrina siano da monito per tutti e scuotano le coscienze.

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli

Clusone, la città dei balocchi

Sabato 4 dicembre in occasione della Notte Bianca, Comune di Clusone e Turismo Pro Clusone presentano “Clusone, la città dei balocchi“. A partire dal pomeriggio

Selvino, si avvicina il Natale

Dal 4 dicembre nel cuore di Selvino si accende Il Natale con Il Natale a 1000: mercatini tradizionali e iniziative natalizie per bambini e adulti