VVFuoico sfondano finestra.jpg

Cinque morti violente a Brescia

Al Villaggio Badia di Brescia è ancora giallo sul decesso di una ragazza di 32 anni, di nazionalità rumena, quarta vittima del terribile fine settimana di sabato 16 e domenica 17 marzo: dopo la morte dei due ragazzi nel terribile incidente di venerdì notte a Bedizzole, il suicidio a Sale Marasino nella stessa notte, il ritrovamento del corpo senza vita della giovane Tatiana Neef a Orzinuovi, sabato pomeriggio, ora anche la 32enne rumena della Badia.

L’hanno trovata i Vigili del Fuoco, allertati domenica pomeriggio dagli stessi familiari, preoccupati del fatto che di lei non avessero notizie ormai da quasi 24 ore. I pompieri hanno sfondato una finestra dell’appartamento, una volta dentro l’hanno trovata a terra, priva di sensi. Immediata la chiamata ai soccorsi, arrivati in pochi minuti. Purtroppo non c’era piùà nulla da fare. Sull’accaduto indagano i carabinieri: a prima vista potrebbe trattarsi di un suicidio. Ma mancano ancora tanti elementi per comporre l’intricato puzzle. In queste ore sono stati sentiti anche i familiari della vittima, parenti e amici, per cercare di capire se ci siano stati dei segnali. Se invece non fosse un suicidio, si aprirebbe tutto un altro scenario.

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli

I dati del virus nella bergamasca

Stando all’ultimo monitoraggio diffuso dall’Ats, dal 19 al 25 gennaio in Bergamasca si sono contati 19.191 nuovi casi, contro i 20.969 della settimana precedente, ossia

Il giorno della memoria

Oggi 27 gennaio è il Giorno della Memoria, istituito per ricordare lo sterminio e la persecuzione del popolo ebraico e dei deportati militari e politici