ginnastica ipopressiva

Cos’è la Ginnastica Ipopressiva?

Probabilmente molti di voi non hanno mai sentito parlare di Ginnastica Ipopressiva e dei benefici che si ottengono praticando questa attività.

Cos’è la ginnastica ipopressiva?

La ginnastica ipopressiva, come dice la parola stessa, permette di mantenere stabili e addirittura diminuisce i valori pressori all’interno dell’addome, durante tutta la sessione di allenamento, garantendo successivamente valori fisiologicamente corretti anche nella quotidianità.

Cos’è la pressione intraddominale??

E’ la pressione presente all’interno della nostra cavità addominale, che se mantenuta entro i valori normali, garantisce il corretto posizionamento e funzionamento degli organi interni.

Molto spesso quando facciamo esercizi, soprattutto con sovraccarichi, non prestiamo abbastanza attenzione né alla respirazione, né alla postura che assumiamo durante l’esecuzione, provocando così un aumento della pressione intraddominale.

Queste “disattenzioni”, se protratte nel tempo, provocano cedimenti del pavimento pelvico e nei casi più gravi, prolassi viscerali.

Questo “scompenso” a carico del pavimento pelvico, si manifesta con problematiche legate a:

  • incontinenza urinaria
  • prolassi viscerali (utero, vescica etc)
  • disfunzioni sessuali
  • stitichezza o rallentamento del transito intestinale
  • mal funzionamento degli organi interni ( una pressione intraddominale elevata, influisce sulla funzionalità fisiologica)

A chi è rivolta e quali sono i benefici?

  • rieducazione della postura (ernie, protrusioni e problematiche muscolo scheletriche della schiena)
  • recupero post-partum: permette il recupero del pavimento pelvico, la prevenzione e il trattamento delle disfunzioni correlate (incontinenza, prolasso)
  • diminuisce la circonferenza del girovita
  • previene ernie inguinali, addominali e vaginali
  • regola le funzioni respiratorie aumentandone la stessa capacità
  • favorisce il tono muscolare, soprattutto della muscolatura profonda
  • previene la formazione di edemi e la pesantezza degli arti inferiori grazie alla stimolazione del ritorno venoso

ATTENZIONE: nonostante in rete ci siano moltissimi video che propongono la pratica di questo metodo, è fondamentale, soprattutto per apprendere la corretta respirazione e imparare le corrette posizioni, affidarsi ad un istruttore competente e certificato per il suddetto metodo. Una pratica scorretta provoca danni sia a livello muscolare che a carico del diaframma.

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli

mal di collo da computer

Mal di collo da computer?

Lo sapevi che il tuo sistema visivo influenza il tuo benessere cervicale? Ti sarà capitato, soprattutto se lavori in ufficio, davanti ad un computer, o

Perchè ho mal di schiena?!

Tutti almeno una volta nella vita abbiamo detto “ho mal di schiena!!” e ognuno di noi, a proprio modo ha cercato un rimedio: chi ha

Il pilates è per tutti? Certo che sì

Tutti lo scelgono come forma di allenamento? Ovviamente no..e questo perché le varie tipologie di attività prevedono schede di allenamento mirate per gli obiettivi specifici

Respirazione e benessere

Vi siete mai chiesti come mai dopo un’ora di yoga o pilates vi sentite rilassati e in pace con il mondo? Questa sensazione di benessere