ressa autobus

Bus preso a calci e autista minacciato

Si sono scagliati contro la fiancata di un bus dell’Apam, danneggiando con calci la portiera anteriore e la paratia del motore, poi se la sono presa con l’autista, minacciandolo. E’ accaduto alla fermata di via Avis a Remedello questo sabato 6 ottobre. Il fatto è stato denunciato ai carabinieri dallo stesso autista.

Secondo una prima ricostruzione dei fatti, l’autista avrebbe suonato il clacson per far spostare i giovani che occupavano la sede stradale e poter così raggiungere la fermata. A quel punto qualcuno se la sarebbe presa con la carrozzeria, accusando il conducente del bus di aver urtato degli studenti durante la manovra. Sono seguiti attimi di caos e tensione: l’autista non ha potuto fare altro che allertare il 112, che ha inviato sul posto i carabinieri. Ma all’arrivo dei militari di Desenzano i ragazzi non c’erano già più: avevano già preso un altro autobus per tornare a casa. Si tratterebbe di un episodio non isolato: stando a quanto raccontato dall’autista, vicende simili si verificherebbero molto spesso, tanto da definire la situazione insostenibile e chiedere l’avvio di un tavolo tecnico con i dirigenti degli istituti scolastici della zona, le forze dell’ordine e i rappresentati sindacali di categoria.

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli

A Rota Imagna 100 bambini ucraini

Dal 20 marzo, Rota d’Imagna, paesino di 900 anime delle valli bergamasche, ospita 100 bambini ucraini. Sono tutti orfani che, forunatamente, sono riusciti a lasciare