panchina rossa Manuela

Una panchina rossa per Manuela Bailo

Una panchina rossa  in via Vantini a Brescia per ricordare Manuela Bailo, la ragazza di 35 anni di Nave uccisa il 29 luglio dall’amante e collega Fabrizio Pasini, in carcere con l’accusa di omicidio volontario e occultamento di cadavere. La panchina si trova sotto agli uffici della Uil dove Manuela lavorava e dove aveva conosciuto Pasini, pure lui dipendente del sindacato, espulso subito dopo l’arresto.

Alla cerimonia erano presenti i genitori di Manuela, la sorella e il fratello, il segretario Uil Mario Bailo con tutti i colleghi, il sindaco Emilio Del Bono e l’assessore Roberta Morelli. Il segretario Bailo ha voluto ricordare l’impegno del sindacato contro il femminicidio e la volontà di continuare a ricordare Manuela. Per il sindaco la panchina rossa in memoria di Manuela è un modo per considerarla ancora presente “per trasmettere la sua forza e la sua energia”.

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli

La Lombardia rimane gialla

Il governatore della Lombardia Attilio Fontana ha confermato che la Regione resta in zona gialla. “Lo confermano i dati del monitoraggio settimanale della cabina di