Motonave Predore

Varo tecnico della Motonave Predore a propulsione ibrida

Un investimento decisivo di Regione Lombardia, pari a 2.400.00,00 euro per la nuova motonave “Predore” a propulsione ibrida, dimostra che all’indomani di The Floating Pier’s dell’estate 2016 le promesse sono state mantenute. Serviva rilanciare il Sebino, sull’onda emozionale creata da Christo, anche attraverso strutture e servizi: la nuova motonave è un passo importante in questa direzione condivisa anche dai Sindaci del G16 e dagli enti comprensoriali.

Ed è anche un esempio, per ora, unico sui laghi italiani di Motonave che funziona con batterie ricaricate dal sole che si alterna con il motore diesel. L’investimento sulla Motonave Predore, totalmente innovativa, e sulla prossima Motonave Sale Marasino a propulsione tradizionale, che arriverà in autunno, è stato deciso da Regione Lombardia che ha preso atto del il forte incremento che il Sebino ha registrato dal 2015 in poi e ha deciso di sostenere l’economia turistica del lago. La nuova Motonave Predore ha a vuto un varo tecnico dal porto industriale di Iseo da dove è stata trainata fino allo scalo di alaggio di Costa Volpino dove verrà assemblata in ogni sua parte per poter iniziare i collaudi e le prove tecniche ed essere messa in esercizio entro ottobre.

 

 

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli

Un corso per la cosmesi naturale

Nell’ambito della rassegna “Estate nel Parco 2021”, il Centro Faunistico del Parco dell’Adamello, gestito dall’Associazione LOntànoVerde con il supporto del Parco dell’Adamello e del Comune