Carabinieri Bergamo

Usava l’auto dell’azienda per trasportare refurtiva

I Carabinieri di Calvisano hanno notificato un’Ordinanza della Misura cautelare di obbligo di presentazione alla Polizia giudiziaria, emessa dal Tribunale di Brescia ad un trentottenne romeno, residente a Calvisano.

Il romeno, operaio ecologico, dipendente della cooperativa sociale incaricata per la raccolta differenziata porta a porta in vari comuni della zona, è ritenuto responsabile di numerosi furti di rifiuti elettronici/informatici all’interno dell’area ecologica di Calvisano. I Carabinieri, sulla scorta delle informazioni raccolte e a seguito di attività tecnica, delegata dalla Procura della Repubblica per altri furti avvenuti, hanno acquisito elementi di responsabilità nei confronti del cittadino straniero. I militari hanno accertato che, per trasportare la refurtiva fino alla propria abitazione, l’uomo utilizzava, oltre all’autovettura di proprietà, anche l’auto aziendale.

 

 

 

 

 

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli