marijuana2 800x600

Spaccio di sostanze stupefacenti, nel 2017 record di arresti e sequestri

Giro di vite sullo spaccio di sostanze stupefacenti, numero record di arresti, più interventi nelle aree delicate della città e incidenti in calo. Sono questi i risultati principali dell’attività 2017 della Polizia Locale del Comune di Bergamo, illustrati – come da tradizione – in una conferenza stampa al Comando di via Coghetti. 

Un’attenzione particolare al capitolo sicurezza da parte del Comune di Bergamo e in particolare del Corpo di Polizia Locale: il 2017 è stato un anno di innovazioni, con il recepimento (primo Comune in Italia) del Decreto Minniti, il lancio della app 1SAFE e l’attivazione del nuovo servizio di sorveglianza notturna, affidato a fine anno a Fidelitas (le pattuglie hanno iniziato da poco più di una settimana a pattugliare la città nelle ore notturne). È stato anche l’anno che ha visto il consolidamento dell’utilizzo di due interessanti sistemi al servizio della Polizia Stradale, l’autoscan e il Police Control. Bergamo si conferma quindi città particolarmente attenta alle innovazioni in ambito di sicurezza a 360°, ponendosi come modello in ambito nazionale. 

Il 2017 è stato anche l’anno della sicurezza partecipata: oltre alla app 1SAFE, il Comune ha avviato l’Osservatorio Partecipato sulla Sicurezza Urbana (che si è riunito tre volte nell’arco del 2017 nella Sala Consiliare di Palazzo Frizzoni) e sono proseguiti gli incontri (ben 15 durante l’anno passato) nei quartieri tra cittadini, il ViceSindaco Sergio Gandi e la Comandante della Polizia Locale Gabriella Messina. Per quello che riguarda i numeri 2017 spicca il risultato relativo agli arresti: nell’anno appena concluso sono stati 28, quasi il doppio di quelli dell’anno precedente (15). Un risultato davvero notevole se comparato ai dati dal 2011 ad oggi. 24 dei 28 arresti sono stati effettuati durante azioni di contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti. E proprio il giro di vite allo spaccio ha caratterizzato l’anno scorso della Polizia Locale, con numero record di ore di presidio delle aree più delicate della città: sono state 5.461 le ore di presenza (3.672 nel 2016) nelle vie Bonomelli, Quarenghi, Paglia, Sentierone piazzale Marconi e nei quartieri di Colognola e Villaggio Sposi. 

Negli ultimi 10 anni non si è mai registrato un numero così alto di sequestri di sostanze stupefacenti in città da parte degli agenti di via Coghetti: nel 2017 sono stati ben 127, due volte e mezzo quelli del 2016. L’intensificazione delle operazioni anti-spaccio ha portato al sequestro di 1,2 kg di sostanze, in particolar modo di hashish. Si riduce il numero di interventi anti-accattonaggio: un risultato dovuto anche all’effetto del Decreto Minniti, che ha consentito di avvalersi di provvedimenti come l’allontanamento di individui molesti da determinate aree cittadine. Sono stati 69 i Daspo urbani disposti da via Coghetti, contribuendo a un ridimensionamento del fenomeno dell’accattonaggio molesto. In crescita i controlli (119) sul rispetto del regolamento sulla ludopatia: due sanzioni sono state comminate per mancata osservanza degli orari stabiliti nella ordinanza del Sindaco e due per violazione alla legge regionale. Sono stati molti inoltre i controlli svolti in sinergia con la Direzione Territoriale del Lavoro: 94 attività controllate, 37 imprese irregolari di cui 12 occupavano lavoratori in nero e 44 lavoratori irregolari. In totale sono state disposte 6 sospensioni di attività e 9 denunce alla Autorità Giudiziaria. 

Sono aumentati, sull’onda degli anni precedenti, i controlli alle attività commerciali. I sequestri di merce sono diminuiti nel 2017 (grazie anche all’attività intensa degli anni scorsi), ma comunque si registra il sequestro di 457 capi/oggetti contraffatti (borse, giubbini, scarpe, occhiali), di circa 2 quintali di alimenti mal conservati e di 1.487 confezioni di medicinali venduti irregolarmente.  In discesa il numero di incidenti in città, da 1810 a 1768: di conseguenza si registrano meno feriti (798 rispetto agli 837 del 2016) e meno vittime, 3, un dato vicinissimo a quello del 2012, quando si registrò il minimo storico di 2 incidenti mortali. Sono stati 10.999 i punti della patente persi nel 2017: all’intensificazione dei controlli sulle strade corrisponde quindi un calo dei punti della patente decurtati dalla Polizia Locale (furono 13mila nel 2016). Sono state 78 le persone fermate per guida in stato di ebbrezza, 236 le patenti ritirate per eccesso di velocità (furono 388 nel 2016). 

A contribuire alla diminuzione di episodi di guida pericolosa vi sono anche i numeri importanti che vengono dai controlli con Autoscan e Police Control: per quel che riguarda il primo, sono stati controllati ben 196.239 veicoli, comminate 1.000 sanzioni per mancata revisione, 104 per mancanza di assicurazione e 185 per mancato rispetto ordinanze antismog. Con il Police Control (che invece concentra l’attenzione su mezzi pesanti) sono stati invece 150 i veicoli controllati, 158 le violazioni riscontrate dagli agenti per inosservanza delle norme sui tempi di guida, riposi giornalieri e settimanali o per alterazioni del cronotachigrafo. Un lavoro importante soprattutto in ottica di sicurezza sulle strade cittadine e di tutela degli automobilisti.  Salgono, come già dichiarato in precedenza, le violazioni del codice della strada, soprattutto per via dell’attivazione di nuovi varchi elettronici in città. Tra le violazioni accertate dagli agenti (in tutto 90.524) ben 77.565 sono per divieto di sosta. Sono stati ben 28mila gli accertamenti svolti dalla Polizia Locale nell’arco dell’anno, ben 2000 in più rispetto all’anno precedente. 6600 interventi in seguito ad esposti ricevuti dai cittadini (questi son stati 1190 nel 2017) con oltre 29mila telefonate alla centrale operativa. 

La Polizia Locale ha inoltre presidiato e gestito oltre 400 eventi, tra i quali spiccano il G7 dell’Agricoltura ad ottobre (un evento di rilievo mondiale, durante il quale gli agenti di via Coghetti hanno lavorato in stretta collaborazione con Prefettura, Questura e Forze dell’Ordine per garantire la piena sicurezza della manifestazione senza bloccare la città) e la notte di San Silvestro 2017 (quando in piazza Matteotti si sono riversate oltre 5000 persone per festeggiare l’arrivo del nuovo anno). Dopo circolare del Capo della Polizia e delle Prefetture, il Comune di Bergamo ha anche avviato il gruppo di lavoro per l’analisi di ogni singolo evento, per garantire la sicurezza in occasione di appuntamenti particolarmente partecipati in città. 

“Il 2017 è stato un anno davvero impegnativo – sottolinea il viceSindaco e Assessore alla Sicurezza Sergio Gandi – durante il quale gli agenti della Polizia Locale hanno compiuto un lavoro egregio, di cui non posso che ringraziarli. Il Corpo di via Coghetti è stato rinforzato con sei nuove assunzioni, ma siamo consapevoli che ne serviranno altre per poter migliorare ancora i risultati che sono stati centrati nel 2017. Il consuntivo della Polizia Locale dimostra ancora una volta quanto lo sguardo e le strategie del Comune di Bergamo in tema di sicurezza siano integrate e che vadano in ogni direzione: i dati 2017 forniti a dicembre dalla Questura evidenziano un ulteriore calo dei reati in città, ma questo non ci basta, sappiamo di poter cercare di migliorare ancora, lavorando sempre a stretto contatto e a disposizione delle Forze dell’Ordine e della Prefettura.”

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli

A Rota Imagna 100 bambini ucraini

Dal 20 marzo, Rota d’Imagna, paesino di 900 anime delle valli bergamasche, ospita 100 bambini ucraini. Sono tutti orfani che, forunatamente, sono riusciti a lasciare