Bimba sbranata

Sbranata a 13 mesi dai due pittbull di casa

Victoria di 13 mesi è stata uccisa, azzannata e sbranata a Flero dai due pittbull di casa nella serata di domenica 17 settembre; ferito anche il nonno che cercava di liberare la bambina (Foto: Il Giornale di Brescia).

I vicini di casa hanno sentito le urla ed hanno capito cosa stesse accadendo: immediato l’allarme al 112 che sul posto ha inviato l’ambulanza da terra del 118. Immediato anche l’intervento dei Carabinieri che, per poter entrare in casa, hanno dovuto abbatter i due cani diventati molto pericolosi verso chiunque tentasse di avvicinarsi alla bambina. Su quei cani, poi abbattuti dai militari dell’Arma intervenuti, sono però aperte le polemiche: i vicini raccontano che avevano già segnalato chiedendo l’intervento di Ats e Polizia Locale le condizioni degli animali, che continuavano ad abbaiare, forse perché costretti in spazi troppo ristretti. Cani che già in passato avevano dato segni di aggressività, in particolare aggredendo un altro cane. Episodi del quale si trova traccia anche sui social network dove il dibattito si è acceso dopo il dramma. A quanto risulta sul conto dei cani tuttavia non pendevano denunce specifiche: gli animali, iscritti all’anagrafe canina, erano del papà della piccola Vittoria, Egi Zikaj, che tuttavia vive e lavora in Germania e che a detta degli stessi vicini era il solo cui i cani davano retta. Ora sull’accaduto che ha poirtato alla morte della bambina ed al ferimento del nonno, il PM Roberta Panico ha aperto per omicidio colposo derivante dall’omesso controllo della piccola.

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli