Rilevati gli impianti di Colere. La valle di Scalve festeggia

Anche la Valle di Scalve  farà suonare i suoi cannoni ed il frastuono sarà musica per le orecchie dei suoi abitanti. La stagione è salva- Gli impianti della SIrpa, ovvero gli impianti sciistici di Colere sono sati venduti ed il denaro richiesto per avanzare l’offerta di acquisto arriva da Londra che ci ha messo più di quanto necessario se si considera che la base d’asta era posta al di sotto di ben 500.000 euro. Nel pacchetto troviamo  due delle tre seggiovie di Colere: la Polzone-Cimabianca e la Corne Gemelle-Ferrantino, oltre al tapis roulant del campo scuola, mentre la seggiovia più a valle, la Carbonera-Polzone, è di proprietà del Comune. Nel lotto anche i tre rifugi Plan de Sole, a 1500 metri di quota, Baita Cimabianca (a 2100 metri) e Chalet dell’Aquila (2200). Il nuovo proprietario pare essere pronto al rilancio, con un progetto milionario in grado di realizzare una stazione moderna. La  Sirpa, l’azienda in concordato preventivo fallimentare da circa due anni  ha seguito con interesse i rilanci che hanno fatto lievitare la cifra, partita da una base di due milioni e 70 mila euro, fino a 2 milioni e 535mila.

Colere volta pagina ed il futuro si tinge con i colori della speranza

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli

Zogno, si chiude la Castagnamo

Domenica 28 a Zogno si conclude con Castagnamo la tredicesima edizione della rassegna gastronomica- culturale Sapori & Cultura inaugurata a inizio ottobre. Un  appuntamento –

Voglia di musica in Valle Camonica

Nascerà la banda musicale giovanile della provincia di Brescia dell’Associazione nazionale bande musicali, Anbima? E’ presto per dirlo, ma ci sono già i presupposti perché