Le miniere tornano a vivere

Dalla tesi magistrale discussa a febbraio 2020 da Mattia Cominelli, originario di Berzo Inferiore  – laureato in Archeologia cristiana e medievale presso la sede milanese dell’Ateneo, dove oggi frequenta la Scuola di specializzazione in Beni archeologici – sta prendendo gradualmente forma l’inedito progetto di valorizzazione del patrimonio archeologico e minerario dell’area che collega la valle del Trobiolo alla Val Palot. Un progetto del valore di 2,5 milioni di euro per realizzare un parco archeo-minerario – tra la valle del Trobiolo, la Val Palot e il lago d’Iseo – è sul tavolo dell’amministrazione comunale di Pisogne. – Come fa sapere il sindaco Federico Laini – «è già scattata la corsa per reperire i fondi necessari a renderlo esecutivo, tramite bandi regionali o finanziamenti di altra natura».

Il progetto finalizzato alla messa a punto di un parco archeo-minerario che colleghi miniere e siti d’interesse legati al passato siderurgico della zona, tramite un percorso ad anello con partenza dalla chiesa di Santa Maria della Neve di Pisogne al Monte Guglielmo, per poi scendere verso la località di Fraine, la Val Palot e la miniera di Pontasio, che verrà parzialmente recuperata e resa fruibile ai visitatori.

È nato un protocollo d’intesa tra Università Cattolica e l’amministrazione comunale di Pisogne, che ha investito 25mila euro per finanziare lo studio di fattibilità e allargare il raggio d’azione a tutta la montagna pisognese, a cui Mattia ha lavorato, con il team di esperti della Cattolica, durante il tirocinio curricolare previsto dalla Scuola di specializzazione diretta.

Secondo Mattia Cominelli «La parte relativa ai cammini e alla sentieristica esterna potrebbe diventare fruibile nel giro di un anno”, mentre la discesa nel sottosuolo  necessita di ulteriori pratiche burocratiche, computi e lavori strutturali per la messa in sicurezza. Si tratta di miniere medievali  più simili a una grotta.

La presentazione dello studio di fattibilità ha avuto luogo lo scorso Sabato 16 ottobre presso il Palazzetto dello Sport “A. Romele” in Via Caduti del Lavoro 4, Pisogne  durante un convegno che ha impegnato i partecipanti per quasi tutta la giornata

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli

Clusone, la città dei balocchi

Sabato 4 dicembre in occasione della Notte Bianca, Comune di Clusone e Turismo Pro Clusone presentano “Clusone, la città dei balocchi“. A partire dal pomeriggio

Selvino, si avvicina il Natale

Dal 4 dicembre nel cuore di Selvino si accende Il Natale con Il Natale a 1000: mercatini tradizionali e iniziative natalizie per bambini e adulti