Reddito di cittadinanza, un flop previsto. Perquisizioni in provincia

Il cosiddetto “Reddito di cittadinanza” sta, come preventivato da più parti, creando forti problemi al sistema Italia. I furbetti che hanno incassato l’assegno senza averne diritto  crescono ad ogni controllo; non ci sono stati miglioramenti sul fronte occupazionale, anzi, molti dei chiamati ad un colloquio non si sono presentati perché la differenza sul piano economico non è così evidente per cui si preferisce non andare a lavorare tanto ci si gode una entrata certa. Stiamo alimentando una classe di parassiti spendendo denaro che potrebbe essere gestito in miglior modo

Oltre 9mila persone sono state denunciate dai Finanzieri del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Cremona e Novara su disposizione della Procura della Repubblica di Milano, che stanno dando esecuzione a 16 ordinanze di custodia cautelare in carcere nei confronti dei membri di una associazione a delinquere finalizzata alle estorsioni ed al conseguimento di erogazioni pubbliche, tra cui, in particolare, il reddito di cittadinanza.

Secondo quanto divulgato dalla Guardia di Finanza di Cremona gli arresti e le perquisizioni sono state condotte anche nella provincia di Brescia, hanno consentito di sventare una truffa di oltre 60 milioni di euro.

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli

Zogno, si chiude la Castagnamo

Domenica 28 a Zogno si conclude con Castagnamo la tredicesima edizione della rassegna gastronomica- culturale Sapori & Cultura inaugurata a inizio ottobre. Un  appuntamento –

Voglia di musica in Valle Camonica

Nascerà la banda musicale giovanile della provincia di Brescia dell’Associazione nazionale bande musicali, Anbima? E’ presto per dirlo, ma ci sono già i presupposti perché