Regione: approvati due nuovi accordi di competitività con imprese

 

Sono stati approvati ieri dalla Giunta i due schemi di accordo per la competitività che Regione Lombardia firmerà con la società O.R.I MARTIN di Brescia e con il Consorzio ALA 2010 di Limbiate, in provincia di Milano.

 

“Con l’approvazione di questi provvedimenti salgono a 14 gli accordi di competitività deliberati dalla Giunta regionale con un impegno economico che genera investimenti per oltre 50 milioni di euro, affermandosi sempre più come strumenti virtuosi di sinergia tra pubblico e privato in grado di rilanciare e rivitalizzare il nostro tessuto economico e produttivo”. È quanto ha dichiarato Mauro Parolini, assessore regionale allo Sviluppo Economico, annunciando l’approvazione da parte della Giunta, su sua proposta con l’accordo dell’assessore all’Università, Ricerca e Open Innovation, Luca del Gobbo.

Attraverso questi nuovi schemi di accordo, si impiegano più di 1,7 milioni di euro per sostenere due differenti azioni di sviluppo. Il progetto di Ricerca & Innovazione di O.R.I MARTIN S.P.A., denominato “Sviluppo metallurgico di acciai speciali e lavorazioni innovative per la realizzazione di componentistica nel settore automotive”, prevede di sviluppare e ottimizzare il processo per l’ottenimento di acciai molto puri, ottenendo, tra gli altri risultati, anche un impatto ambientale inferiore rispetto allo stato dell’arte. L’intervento prevede inoltre la salvaguardia e il mantenimento degli attuali livelli occupazionali nell’arco di cinque anni, oltre ad un incremento di 12 unità. Il contributo regionale stanziato è pari a Euro 725.113,62. Il progetto CONSORZIO ALA 2010 si propone invece di generare un incremento della capacità produttiva del Consorzio grazie alla realizzazione delle infrastrutture per il miglioramento della viabilità e della migliore dotazione di spazi a parcheggio, oltre a dare attuazione immediata e concreta alle previsioni di consolidamento e sviluppo del tessuto economico di Limbiate, rilanciando il valore di tutto il territorio provinciale e regionale anche in termini di ricadute sociali, economiche ed ambientali. L’intervento prevede la tutela e il mantenimento degli attuali livelli occupazionali oltre ad un incremento di 10 unità nel corso della realizzazione dell’accordo, per il quale il contributo regionale è pari ad Euro 997.536,65.

“Nell’ambito degli accordi di competitività che la Giunta da approvato – spiega Luca Del Gobbo – l’innovazione riveste un ruolo determinante nella forma e nella sostanza. Tecniche innovative sono alla base della creazione di un prodotto finale moderno e prorompente sui mercati internazionali così come una nuova struttura del processo industriale favorisce in modo determinante la gestione del lavoro e agevola la realizzazione del risultato finale. Siamo convinti che investire su percorsi innovativi sia il motore propulsivo per la competitività delle nostre imprese a livello nazionale e sul panorama internazionale”.

 

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli

A Rota Imagna 100 bambini ucraini

Dal 20 marzo, Rota d’Imagna, paesino di 900 anime delle valli bergamasche, ospita 100 bambini ucraini. Sono tutti orfani che, forunatamente, sono riusciti a lasciare