Microeditoria: a Chiari 100 piccole case editrici italiane

È stata presentata, all’interno di una conferenza stampa, la quattordicesima edizione della Rassegna della Microeditoria, appuntamento annuale dedicato alle piccole e piccolissime case editrici italiane ideato e promosso dall’associazione culturale L’Impronta , in collaborazione con il Comune di Chiari, patrocinato da Regione Lombardia, Provincia di Brescia, Consigliera di Parità della Provincia di Brescia e sotto l’auspicio del Centro per la promozione della lettura. La tre giorni si terrà all’interno della splendida Villa Mazzotti a Chiari (nella fotografia, immortalata durante l’edizione 2015), dal 4 al 6 novembre prossimi. Oltre 80 gli eventi in cartellone tra incontri, dibattiti, reading e presentazioni. Filo conduttore il tema del cammino, suggerito dal Ministro dei Beni Culturali, Dario Franceschini, che ha proclamato il 2016 l’Anno Nazionale dei Cammini. Testimonial d’eccezione sul tema sono i grandi ospiti chiamati a Villa Mazzotti. Straordinaria partecipazione di Felice Gimondi, uno dei ciclisti più grandi di tutti i tempi. Attesi anche il matematico Piergiorgio Odifreddi e lo scrittore conosciuto con lo pseudonimo di Wu Ming 2. Alla Rassegna anche “viaggiatori straordinari” come Roberto Mantovani, Franco Michieli, Pietro Scidurlo, Anna Rastello e Michele Gazich. Torna per la terza volta lo scrittore Andrea De Carlo, e parteciperanno anche la scrittrice e giornalista Claudia De Lillo e la nota grafologa Candida Livatino. In crescita anche i microeditori presenti in Rassegna. Oltre 100 le piccole e piccolissime case editrici presenti quest’anno (l’elenco completo suwww.microeditoria.it). L’inaugurazione dell’edizione 2016 è fissata per venerdì 4 novembre alle 19.30 presso il Salone Marchettiano. «Grazie alla Rassegna della Microeditoria – commenta Laura Capitanio, Assessore alla Cultura del comune franciacortino – Chiari è stata inserita quest’anno tra le “Città del libro”, l’unica in provincia di Brescia, diventando soggetto attivo e cassa di risonanza in grado di veicolare l’importanza e il piacere della lettura. Un riconoscimento importante che ci rende orgogliosi del lavoro condiviso in questi quattordici anni» –

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli

A Rota Imagna 100 bambini ucraini

Dal 20 marzo, Rota d’Imagna, paesino di 900 anime delle valli bergamasche, ospita 100 bambini ucraini. Sono tutti orfani che, forunatamente, sono riusciti a lasciare