Stefania Crotti.jpg

L’amante del marito accusata dell’omicidio di Stefania Crotti

Risolto il giallo della morte di Stefania Crotti, di 42 anni, di Gorlago, trovata bruciata nelle campagne della Franciacorta tra Adro ed Erbusco, trovato da un ciclista che stava percorrendo un sentiero in aperta campagna tra i vigneti.

La principale indiziata per l’omicidio è Chiara Alessandri, residente a Gorlago, 44 anni, separata e madre di tre figli, che aveva avuto una relazione con il marito di Stefania Crotti. Chiara Alessandri nativa di Rho, nel Milanese, è stata portata nella locale caserma dei Carabinieri e, nel pomeriggio di sabato 19 gennaio, è stata iscritta nel registro degli indagati a piede libero. In serata, mentre a Gorlago si svolgeva una fiaccolata in ricordo di Stefania, la Alessandri è stata trasferita a Brescia per l’interrogatorio davanti al pm, alla presenza del suo legale: poco prima della mezzanotte la svolta nelle indagini quando la Procura ha disposto il fermo per Chiara Alessandri che è stata trasferita in carcere. Il Procuratore capo di Brescia Carlo Nocerino ha confermato l’arresto e ci sarebbero motivi passionali dietro l’omicidio di Stefania Crotti, la cui vettura era stata ritrovata fuori dal posto di lavoro. Chiara Alessandri avrebbe commesso da sola il delitto e, stando alle prime ricostruzioni, Stefania potrebbe essere stata ammazzata lontano da Brescia e portata solo in un secondo momento ad Erbusco, dove poi il corpo è stato dato alle fiamme. Nei campi a pochi chilometri dall’autostrada A4 gli investigatori hanno trovato, oltre ad un martello ed una pinza anche le tracce di pneumatici che sarebbero dell’auto dalla quale era stato scaricato il cadavere della vittima. Stefania Crotti mamma di una bambina di 7 anni , era scomparsa mercoledì 16 gennaio da Cenate Sotto poco dopo le 15.30, all’uscita dal lavoro; il suo corpo carbonizzato era stato trovato venerdì 18 gennaio nei campi della località Sala di Erbusco, sul confine con Adro. Il marito della donna, Stefano Del Bello, che aveva sporto denuncia di scomparsa, ha trascorso la mattinata dai Carabinieri per rendere la propria testimonianza ed è stato lui a riconoscere la fede e un altro anello che la donna indossava. Il marito, al momento, è ritenuto estraneo ai fatti. Stefania è stata probabilmente prima uccisa a martellate e poi bruciata.

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli

Cinema e Cibo: al cinema insieme…

La nuova edizione di “Cinema e Cibo-Cinema insieme…”  promossa dall’Amministrazione Comunale in collaborazione con Pro Loco di Darfo Boario Terme e il Consorzio Turistico Thermae&Ski