Manuela Bailo

I Carabinieri a casa dei genitori di Manuela Bailo

I carabinieri sono tornati nella casa dei genitori di Manuela Bailo, la 35enne uccisa ad agosto 2018 da Fabrizio Pasini, collega d’ufficio, sposato e padre di due figli, di cui si era innamorata e che l’ha ammazzata al termine di una lite.

I militari hanno chiesto alla madre della vittima oggetti appartenuti alla figlia per recuperare tracce di Dna e hanno prelevato alcune spazzole per i capelli. Probabilmente in vista di nuovi esami da inserire nel fascicolo di indagine del sostituto procuratore Carlo Milanesi che ancora non ha chiuso l’inchiesta a carico di Fabrizio Pasini, in carcere con l’accusa di omicidio volontario.

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli

MULINI MACINA CULTURA

Ci accompagnerà fino alla fine di ottobre Mulini Macina Cultura, la rassegna di eventi che ha preso vita in Valle Camonica lo scorso 4 settembre,

Le tante sorprese di un ghiacciaio

L’Università degli Studi di Brescia e in collaborazione con «Umanesimo artificiale» e «Idee di volumi” ha dato vita a un’iniziativa denominata “un suono in estinzione”