libri

Giornata Internazionale del Libro: Leggo per te pensa ai più piccoli

Si sa, un libro non è mai solo un insieme di pagine e colla. Può essere un’arma, un ponte, un mattoncino per costruire qualcosa, un gradino per arrivare più in alto. E leggere non è solo interpretare un sistema di scrittura. È crescere, vivere, viaggiare. Dimenticarsi per un po’ di chi si è per vestirsi dei panni degli altri ed entrare in nuovi mondi.

Nell’infanzia, la lettura è sicuramente magia. Principesse, draghi, paesi al contrario e animali parlanti escono dalle pagine per avvolgere i bambini in una dimensione senza precedenti. Questa pratica tanto longeva quanto intramontabile ha benefici indiscussi nei più piccoli, sia a livello cognitivo che relazionale. Nell’ottica di incentivare il più possibile la lettura tra i bambini, promuovendo così il programma nazionale Nati per leggere – frutto dell’alleanza tra pediatri e bibliotecari – è molto attiva in Valle Camonica l’associazione Leggo per te. Nata nel novembre del 2016, Leggo per te vanta una quindicina di volontari motivati e attivi sull’intero territorio.

La missione è quella di portare la lettura nei luoghi della prima infanzia, dagli asili nido alle scuole materne. L’associazione collabora inoltre con diverse biblioteche della zona e con l’ATS della Montagna, oltre ad essere operativa presso il reparto di pediatria dell’ospedale di Esine e presso la Pia Fondazione di Malegno.

«Leggere un libro ad un bambino significa dedicargli tempo e amore, farlo sentire importante e amato» commenta la vicepresidente Michela Gelmi, per poi sottolineare come la lettura permetta ai genitori di instaurare un legame indissolubile con i loro bambini. A tal proposito, le volontarie propongono momenti di lettura per i più piccoli, oltre a varie iniziative tematiche e alla partecipazione alle diverse manifestazioni dei paesi.

Una particolare attenzione viene riservata al mese di novembre, dedicato a livello nazionale a Nati per Leggere. In quest’occasione vengono organizzati più eventi: dagli incontri con autori ai laboratori creativi, ma anche formazione con professionisti accreditati per il progetto, esperti di letture ad alta voce e appuntamenti informativi con i pediatri di zona. Insomma, l’associazione Leggo per te è una realtà vivace, diventata un appuntamento fisso per le tante famiglie che aderiscono alle loro proposte.

Avvicinare i bambini ai libri è un compito che coinvolge tutti, dalla famiglia alla scuola, arrivando a toccare l’intera comunità. Perché, come scriveva Gianni Rodari, “non si nasce con l’istinto della lettura come si nasce con quello di mangiare e bere, bisogna educare i bambini ad essa”.

                                 Maria Ducoli

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli

Lunghe code sulla Statale 42

Problemi al traffico anche questa mattina nel tratto tra Luzzana e Borgo di Terzo dove si sono registrate lunghe code. Il traffico molto sostenuto è

Studenti Scuola

Borse di studio per studenti orfani

La Fondazione Giuseppe e Carlo Girola ed Ida Stucchi Vedova Girola O.N.L.U.S. indice un concorso per l’assegnazione di 170 borse di studio, del valore di