Freccia rossa foto.jpg

Freccia rossa non parte: i macchinisti sono ubriachi

Il Frecciarossa 9604 che doveva partire alle 5.17 di domenica 28 aprile da Brescia per Napoli è stato “soppresso in stazione a Brescia perché i macchinisti erano ubriachi”, come è stato segnalato alla Polizia ferroviaria dal Capotreno.

I macchinisti erano due: uno in evidente stato di ubriachezza, colto sul fatto dal Capotreno, mentre l’altro amcchinista non si è presentato alla partenza del convoglio, ma ha chiamato l’ambulanza che lo ha trasportato in ospedale. La Polfer è intervenuta insieme alla Polstrada per l’intervento e le indagini del caso. I 65 passeggeri in partenza da Brescia sono stati trasferiti in treno a Milano Centrale per proseguire infine su un Frecciarossa per Napoli. Le indagini sull’accaduto sono incorsoe affidate alla Polfer di Brescia. Dal canto suo Trentalia comunica che il sistema di controllo e prevenzione interno ed esterno all’Azienda sta funzionando: il caso dei due macchinisti lo evidenzia chiaramente.

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli