frecce tricolori lovere

Frecce tricolori in cielo

Entusiasmo emozione quando alle 14 e due minuti da Ovest sono apparse nel cielo le Frecce Tricolori che in 3 minuti da Monza, dopo aver omaggiato la partenza del grand Prix di Formula 1, sono arrivate in formazione nei cieli dell’alto Sebino e basa Vallecamonica, hanno sorvolato con il saluto del fumo bianco, hanno effettuato un ampio looping e quindi hanno sorvolato lasciando la scia tricolore, tornando quindi a Ghedi.

 

Due minuti intensi dove si è levato alto un grande coro di evviva e applauso. Alcuni, più fortunati, sono riusciti ad arrivare in un luogo segreto, dove quello che dovrebbe diventare il futuro campo per ultraleggeri sbocca nel Sebino e da lì, senza la ressa, le spinte, i disagi dei parcheggi ed i rientri affannosi, hanno potuto gustare da una postazione privilegiata il magnifico passaggio della PAN, orgoglio dell’aeronautiva italiana. E, ancora una volta, si è rafforzata l’idea che il campo di aviazione per ultraleggeri deve essere fatta al più presto. Il passaggio delle Frecce tricolori sul Sebino ha voluto essere un forte omaggio a Mario Stoppani, l’uomo che ha saputo dare una svolta decisiva all’aeronautica italiana. Ma per molti appassionati di volo è una sorta di sigillo su quello che in molti si augurano diventi il futuro del territorio: il campo volo di Costa Volpino alla foce dell’Oglio, che potrebbe realmente essere una prima avioresort nazionale per aerei, alianti e idrovolanti.

(foto di Marin Forcella Photography)

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli

A Rota Imagna 100 bambini ucraini

Dal 20 marzo, Rota d’Imagna, paesino di 900 anime delle valli bergamasche, ospita 100 bambini ucraini. Sono tutti orfani che, forunatamente, sono riusciti a lasciare