Incendio Felktri MArone.jpg

Firmata la Cassa integrazione per la Feltri-Marone

Questo lunedì 29 aprile in Regione Lombardia è stato firmato l’accordo per la cassa integrazione per 111 persone, di cui 104 operai e impiegati e 7 apprendisti della Feltri Marone, l’Azienda gravemente danneggiata dall’incendio della sera di venerdì 19 aprile.

I 111 ora potranno continuare a incassare per un anno una parte dello stipendio come ammortizzatori sociali in vista di riprendere l’attività. Al momento l’importo sarà anticipato dall’azienda, poi se ne occuperà il ministero dello Sviluppo Economico. E’ quanto emerso dall’incontro tra i vertici della Feltri Marone, l’Associazione Industriale Bresciana e i sindacati. Anche la voglia di ricominciare si tradurrà già nelle prossime settimane. La proprietà fa sapere di voler riaccendere i motori entro maggio e riavviare la maggior parte della produzione entro giugno, d’intesa con i fornitori e i clienti. Il sindacato sottolinea anche come l’azienda abbia già individuato un nuovo stabilimento a Costa Volpino dove riprendere il lavoro in via provvisoria. Di tutto questo e di quanto è emerso ieri si parlerà giovedì 2 maggio a Villa Vismara a Marone in un’assemblea con i dipendenti, le forze sociali, l’Amministrazione comunale ed il territorio.

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli

Convegno sui formaggi DOP e IGT

Si è svolto questa mattina, nella splendida sede dell’ex Monastero di Astino, a Bergamo, il Convegno organizzato da AFIDOP – Associazione dei Formaggi DOP e