Fiori d’azzurro: la primavera comincia dall’infanzia

Da sempre dalla parte dei bambini, nell’ultimo anno Telefono Azzurro ha visto un’impennata di richieste d’aiuto da parte dei minori. Confinati nelle proprie case, abusi e violenze sono di gran lunga aumentati.

Ernesto Caffo, il presidente di Telefono Azzurro, ha dichiarato che la pandemia non ha fatto altro che acuire queste problematiche: inoltre, risulta anche una forte crescita degli abusi online e in generali di pericoli digitali.

Sabato 24 e domenica 25 aprile, le piazze italiane si riempiono di fiori a sostegno dell’infanzia calpestata. Anche molti comuni della Valle Camonica hanno aderito all’iniziativa Fiori d’azzurro nell’ambito del progetto “Coltiva il seme della speranza. Ripartiamo dall’infanzia. #insiemeControLaPaura”.

Tra i sostenitori troviamo la ProLoco di Gianico, che venderà i fiori della Calancola sul sagrato sabato 24 sera e domenica 25 mattina e sera. Un piccolo gesto che permetterà di aiutare tutti quei bambini che si trovano in una situazione di pericolo. L’infanzia dovrebbe essere un momento di spensieratezza, di giochi all’aperto e gelati al cioccolato ma, purtroppo, non è così per tutti.

Sono quasi 18 mila in Europa i bambini vittime di sfruttamento e abusi sessuali, 5939 in Italia. Tendiamo a pensare che queste situazioni non ci riguardino, che appartengano ad una realtà lontana anni luce dalla nostra, ad un terzo, quarto, quinto mondo. Invece succedono nella porta accanto alla nostra.

                                        Maria Ducoli

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli