anziano truffa

Finti controlli dell’acqua: arrestati due truffatori

Usando come pretesto l’emergenza polmonite che sta colpendo alcuni comuni del bresciano, fingevano un controllo di verifica acque dell’abitazione, per poi derubare l’anziano che li invitava ad entrare in casa. 

 I colpi erano tutti a danni di anziani, con la stessa prassi. Prima la richiesta di controllo dei rubinetti dell’acqua, poi, una volta entrati, convincevano la vittima a mostrare dove erano conservati soldi e preziosi.

Dieci i colpi tentati dai finti tecnici. La prima segnalazione è pervenuta il 10 settembre, a Brescia, da una coppia di coniugi novantenni allarmati dal falso controllo. Un secondo colpo è andato invece a segno a Orzinuovi, dove i truffatori hanno rubato una prestigiosa collezione di orologi e gioielli, per un valore di oltre 100.000 euro.

Una serie di altri colpi simili si sarebbe susseguita in tutta la bassa bresciana, fino al fermo da parte dei carabinieri di due italiani. I due avrebbero già dei precedenti per truffe dello stesso stampo. Sono in corso accertamenti da parte della questura per rintracciare eventuali complici.

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli

A Rota Imagna 100 bambini ucraini

Dal 20 marzo, Rota d’Imagna, paesino di 900 anime delle valli bergamasche, ospita 100 bambini ucraini. Sono tutti orfani che, forunatamente, sono riusciti a lasciare