Finanziamenti regionali per la difesa del suolo

Ben 18,3 milioni di euro di risorse regionali per finanziare 21 interventi urgenti per la difesa del suolo da realizzarsi sul territorio lombardo contro il dissesto idrogeologico.

La Giunta regionale, su proposta dell’assessore al Territorio e Protezione civile ha infatti dato il via libera all’approvazione del programma 2021/2023 che prevede la realizzazione di diversi interventi volti a mitigare il rischio idrogeologico nei Comuni che hanno subìto danni da esondazioni.

Nello specifico, in questo provvedimento  sono stati quindi prioritariamente individuati gli interventi sui Comuni a seguito degli eventi calamitosi del 3 luglio e 8 agosto 2021. Da tempo, stiamo infatti assistendo a cambiamenti climatici che sono causa di fenomeni temporaleschi di natura straordinaria, difficili da prevedere. Questo Piano interventi ha infatti l’obiettivo di intervenire sulle principali criticità del nostro territorio. E di farlo quindi attraverso il ripristino delle difese spondali dei principali corsi d’acqua. Nonchè il consolidamento dei versanti.

Gli interventi finanziati

Brescia

Braone: 250.000 euro (ripristino opere difese arginali);; Capriolo, Palazzolo sull’Oglio, Adro, Cazzago San Martino: 150.000 euro (ripristino difese spondali);

Bergamo

Gorle, Pedrengo, Scanzorosciate: 1,1 milione (ripristino soglia ex opera di presa roggia Ponte Perduto);

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli

Cinema e Cibo: al cinema insieme…

La nuova edizione di “Cinema e Cibo-Cinema insieme…”  promossa dall’Amministrazione Comunale in collaborazione con Pro Loco di Darfo Boario Terme e il Consorzio Turistico Thermae&Ski

Carne, zucca e castagne

A Cascina Clarabella di Corte Franca si apre un ciclo di serate gastronomiche a tema dedicate all’autunno. Le serate si svolgono al ristorante della cooperativa

i Geppetti abbelliscono Colere

Dopo la mostra estiva delle sculture e oggettistica in legno, il gruppo de I Geppetti di Colere (Associazione di Promozione Sociale),  ha avviato il nuovo