guardia di finanza 3

Fatture false per 150 milioni di euro

La Guardia di Finanza ha eseguito il sequestro preventivo di immobili, soldi contanti e azioni per 13,5 milioni di euro ai danni di due imprese edili bresciane, attualmente fallite. Il provvedimento è stato messo in pratica dopo una sentenza della Corte di Cassazione. 

L’ordinanza è scattata dopo una vicenda di evasione fiscale tramite l’emissione di fatture false da parte delle due società che avevano anche ottenuto gli appalti per la ricostruzione delle case a L’Aquila, dopo il terremoto. Le due aziende coinvolte sono la Orceana Costruzioni Spa e P.F.S. Costruzioni Srl di Orzinuovi, ma fallite. Nel corso degli anni avrebbero emesso fatture false per 150 milioni di euro. L’esecuzione del sequestro fa parte dell’operazione “Teorema” delle Fiamme Gialle che avrebbero scoperto come le due imprese riuscissero a vincere gli appalti grazie a prezzi competitivi rispetto al resto della concorrenza. Infatti, non avrebbero pagato le imposte all’Erario. La prima fase dell’inchiesta, nel 2013, aveva portato all’arresto di diciotto persone delle due società, di cui sei in carcere.

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli

Incidente a Onore, muore un 84enne

Tragico incidente stradale mercoledì 1 dicembre a Onore, sulla strada provinciale in località Ombregno. Vittima un uomo di 84 anni , Giovanni Migliorati, che viaggiava