volante carabinieri

Esplosioni pericolose sulla pubblica via: individuati i responsabili

La Stazione Carabinieri di Manerbio al termine di attività di indagine ha svelato le cause e individuato i presunti responsabili delle esplosioni udite in diversi punti di quel comune che nell’ultimo mese stavano allarmando i cittadini Manerbiesi.
Diverse erano state le segnalazione per quei forti boati che facevano tremare porte e finestre; sui social network era divenuto argomento pressoché giornaliero ed anche gli organi di stampa avevano iniziato ad occuparsene. L’appello fatto alla cittadinanza di segnalare immediatamente alla Centrale Operativa dei Carabinieri di Verolanuova, e non solo sui social network, gli eventi ha dato i suoi frutti. Di fatti grazie alle tempestive segnalazioni inviate, le varie pattuglie, giungendo nell’immediatezza, sono state in grado di individuare i luoghi, tempistiche e dinamica esatta delle esplosioni, nonché repertare i residui di esplosioni derivanti da fuochi d’artificio di grosse dimensione e bombe carta.
La svolta è giunta allorquando in una delle segnalazioni, sono state acquisite le immagini di videosorveglianza di un esercizio pubblico e da cui, al termine degli accertamenti, si è giunti all’identità dei due soggetti, un menerbiese 40enne operaio ed un milzanese 30enne imprenditore agricolo. Le perquisizioni presso le abitazioni hanno permesso di rinvenire diversi fuochi d’artificio e bombe carta per un peso complessivo di kg.3 reperite tramite internet.
I due dovranno ora rispondere all’A.G. di esplosioni pericolose in centro abitato, introduzione nello stato di materie esplodenti ed omessa denuncia di materie esplodenti

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli