Ambulanza Flero

E’ caccia al pluriomicida Cosimo Balsamo

Si chiariscono i contorni del duplice omicidio di questo mercoledì 4 aprile a Flero e Vobarno.

A Flero il killer, Cosimo Balsamo di 67 anni, è arrivato in auto, è sceso, è entrato nel capannone e ha sparato uccidendo Elio Pelizzari di 78 anni e ferendo un operaio. “Mi hai rovinato” avrebbe gridato prima di sparare e di fuggire a bordo della BmwX rubata al socio di Pelizzari, presente in azienda all’atto dell’aggressione mortale. Successivamente il killer in fuga ha ucciso un’altra persona, un altro imprenditore di 60 anni, a Carpaneda di Vobarno. Cosimo Balsamo, pregiudicato bresciano, lo scorso 30 gennaio era salito su una tettoia del tribunale di Brescia per protestare contro il sequestro della sua abitazione. L’uomo era stato infatti coinvolto in un’inchiesta sul traffico di mezzi pesanti. Nel 2009 era stato condannato per associazione a delinquere finalizzata al furto e riciclaggio perché faceva parte della banda dei tir che nei primi anni del 2000 aveva derubato aziende di trasporto di metalli in tutto il Nord Italia. Il 9 gennaio scorso aveva protestato salendo sulla tettoia del Tribunale di Brescia e minacciando di suicidarsi contro la confisca dei suoi beni. Le forze dell’ordine l’avevano convinto a desistere. Alle ore 15.00 di questo mercoledì 4 aprile il pluriomicida è ancora in fuga.

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli

A Rota Imagna 100 bambini ucraini

Dal 20 marzo, Rota d’Imagna, paesino di 900 anime delle valli bergamasche, ospita 100 bambini ucraini. Sono tutti orfani che, forunatamente, sono riusciti a lasciare