Due interventi per soccorrere alpinisti in difficoltà

Hanno rischiato di trascorrere la notte  nel ghiaccio quattro escursionisti bresciani bloccati, insieme con i loro cani, appena sotto la cima di Punta Almana sul lago d’Iseo. Poco prima delle 22 sono partiti sei tecnici della Stazione di Breno del Soccorso alpino bresciano con i militari del Sagf della Guardia di finanza. Mentre alcuni soccorritori hanno cominciato a salire altri  erano pronti al campo sportivo di Sulzano.
Sul posto l’elisoccorso di Areu decollato da Como, abilitato per il volo notturno, salito con il tecnico Cnsas.
I quattro escursionisti, illesi, sono stati raggiunti, recuperati e portati in piazzola a Sulzano.

 

Recuperato anche un alpinista che si  è trovato a 1160 metri sulla ferrata del Corno dele Capre sopra Zone non riuscendo più ne andare in avanti e neppure ritornare sui suoi passi. Allertati i soccorsi sonostate attivate le squadre territoriali della Stazione di Breno, con 10 tecnici pronti a mettersi in azione a supporto dell’elisoccorso di Areu decollato da Milano. L’uomo è stato messo in sicurezza ed è stato calato fino a un punto che consentiva il recupero.
L’alpinista è stato portato a bordo dell’elicottero e trasferito in ospedale. L’intervento è cominciato poco prima delle 14 ed è terminato nel tardo pomeriggio.

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli

A Rota Imagna 100 bambini ucraini

Dal 20 marzo, Rota d’Imagna, paesino di 900 anime delle valli bergamasche, ospita 100 bambini ucraini. Sono tutti orfani che, forunatamente, sono riusciti a lasciare