Darfo, spazi e laboratori per i bambini che hanno visto la violenza in famiglia.

Violenza Assistita. Una espressione non ancora così diffusa, ma che parla di un dolore profondo, quello dei bambini che hanno visto agire la violenza nel luogo che, per antonomasia, dovrebbe essere il più sicuro e rassicurante: la famiglia. Un dolore che diventa trauma: dalla paura di morire ai sensi di colpa e di impotenza che si manifestano con iperattività, ritardi cognitivi, aggressività, difficoltà relazionali. Problematiche, queste, che segnano profondamente il bambino e ne determinano i tratti essenziali nel momento della crescita e della formazione della personalità.

Le attività che si svolgono all’interno del “Laboratorio” hanno l’obiettivo di aiutare i bambini offrendo loro gli strumenti per gestire queste emozioni e di comprendere quanto sta accadendo a loro e alla loro famiglia.

Il progetto non è nuovo all’Associazione, che lo ha già sperimentato su Brescia e che ora riesce a portarlo anche a Darfo Boario Terme grazie al sostegno del Lions Club di Valle Camonica.

Giovedì 9 dicembre dalle ore 18:00 alle ore 20:00 è stato promosso un webinar introduttivo alla Violenza Assistita aperto a tutte le persone interessate, ai professionisti e alle professioniste con la partecipazione della Dott.ssa Maria Serenella Pignotti, pediatra e medico legale, che collabora con la Rete Reama (Rete Nazionale di Centri Antiviolenza, Casa Rifugio e altre Associazioni per l’empowerment delle donne). Chi fosse interessato può richiedere li link inviando una mail a: info@terreunite.it.

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli

La Lombardia rimane gialla

Il governatore della Lombardia Attilio Fontana ha confermato che la Regione resta in zona gialla. “Lo confermano i dati del monitoraggio settimanale della cabina di