tribunale Brescia

Condannato a 2 anni e 8 mesi per violenza su una bambina

E’ stato condannato a 2 anni e 8 mesi di reclusione, con rito abbreviato, il nigeriano di 23 anni che la scorsa primavera aveva molestato e abusato sessualmente di una bambina di appena 3 anni. Il giovane era stato individuato e arrestato a poche ore dall’accaduto: si era nascosto a casa della sorella, ignara dell’accaduto.

Oltre alle manette, erano stati prelevati dei campioni biologici recuperati sotto le unghie dell’accusato. Grazie a quei campioni, in cui è stato riscontrato il Dna della piccola, è stato possibile incastrarlo e condannarlo. Il 23enne ora si trova in carcere a Pavia, dove rimarrà fin quando non avrà scontato la sua pena. Al termine verrà espulso dal territorio italiano. I fatti risalgono all’aprile scorso: il ragazzo era a cena a casa di una famiglia, amici di suo cugino. La serata era trascorsa tranquilla, finché la giovane mamma, nel mettere a letto la sua bimba, non si era accorta dello strano comportamento della piccola, e di una perdita di sangue dalle parti intime. Disperati, mamma e papà avevano subito portato in ospedale la bambina: i medici del Civile avevano confermato i segni della violenza. Il 23enne, conosciuto ma di fatto un estraneo, era stato subito accusato di quanto accaduto: pare infatti fosse rimasto a lungo da solo con la bambina. Dopo quello che aveva fatto, si era rifugiato a casa della sorella, a Castegnato. E’ proprio qui, solo poche ore più tardi, che arriveranno i carabinieri per arrestarlo. Le accuse sono pesantissime: violenza sessuale aggravata su minori. I rilievi dei medici e l’analisi delle tracce biologiche confermano le sue responsabilità. Viene subito trasferito in carcere, prima a Brescia e poi a Pavia.

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli

Lombadia, ancora alto il numero di decessi

Aggiornamenti relativi ai dati pubblicati sabato 30 maggio. In totale in Lombardia sono stati eseguiti 88.758 tamponi positivi dall’inizio dell’epidemia, 221 in più di venerdì. I