ciclisti investiti

Ciclisti investiti da un automobilista arrabbiato

 Grave episodio di inciviltà e tolleranza sulla strada, accaduto nel fine settimana, lungo la provinciale che collega il Sebino al lago di Endine in territorio di Solto Collina. Un gruppo di ciclisti amatori e dilettanti stava percorrendo la strada in salita e in gruppo ed è stato prima apostrofato duramente da un automobilista che si è poi fermato, continuando la sua invettiva, me non si è accontentato.

Infatti, terminata la sua sfuriata, è risalito in auto, ha ingranato la retromarcia ed ha investito il gruppetto. A quel punto è stato chiaro a tutti che non si trattava di un semplice sfogo: i ciclisti sono caduti a terra, le loro biciclette sono state gravemente danneggiate, alcuni hanno avuto abrasioni e contusioni ed uno di essi, Andrea Palini della Androni Sidermec, professionista bresciano, ha riportato una lesione al polso ed è stato visitato in Ospedale. Con lui c’era anche l’altro collega professionista bresciano Matteo Bono della UaeAbuDhabi, che è rimasto fortunatamente illeso. Pare che i ciclisti in salita verso Solto Collina non fossero in fila indiana, quindi non permettendo un agile sorpasso da dietro, e questo avrebbe provocato l’ira irrefrenabile dell’automobilista che non si è limitato a sorpassarli strombazzando – il che sarebbe già di per sé poco civile – ma è passato alle vie di fatto. Quindi si è allontanato sgommando: ma il numero di targa della sua auto è stato memorizzato dal gruppetto ed è stato consegnato ai carabinieri di Colusone intervenuti sul posto con l’ambulanza da terra del 118 per i soccorsi del caso. L’automobilista è stata rintracciato ed ora rischia parecchi capi d’imputazione, dalle lesioni volontarie al mancato soccorso e forse anche qualcosa id più. I due professionisti del ciclismo hanno preferito non commentare l’accaduto, attenendosi a quanto raccontato ai Carabinieri che stanno svolgendo le indagini.

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli

A Rota Imagna 100 bambini ucraini

Dal 20 marzo, Rota d’Imagna, paesino di 900 anime delle valli bergamasche, ospita 100 bambini ucraini. Sono tutti orfani che, forunatamente, sono riusciti a lasciare