bimba nata cucina

Arriva l’ambulanza, ma la bimba nasce in cucina

E’ successo mercoledì pomeriggio a Marone, dove intorno alle 17 la centrale Soreu di Bergamo ha inoltrato la richiesta di intervento alla Croce Rossa di Palazzolo e, dal gruppo di Iseo è partita un’autolettiga con a bordo Luigi Boioni, 55enne di Palazzolo, Maurizio Rosa, 48enne di Capriolo e un’infermiere dell’azienda ospedaliera Mellino Mellini.

I 3 hanno raggiunto in pochi minuti l’abitazione della famiglia, originaria del Burkina Faso. Appena arrivati si sono accorti che la donna, trentenne e già adre di tre bambini, lamentava forti dolori. Hanno cercato di farla sedere per poi trasferirla con l’ambulanza presso il vicino Ospedale di Iseo, ma non c’è stato il tempo. Quando si sono resi conto che ormai la bimba stava nascendo hanno così assistito la donna per il parto. Fortunatamente tutto si è svolto “come da manuale”, la bibma è stata subito avvolta in un telo sterile ed in una coperta isotermica, poi insieme alla mamma è stata trasportata all’ospedale di Iseo, ancora con il cordone ombelicale attaccato.

“E’ stato un inttervento particolarmente emozionante”, così commenta Luigi insieme ai suoi colleghi. Il giorno dopo i tre si sono recati in ospedale a trovare la mamma e la bimba per assicurarsi che stessero bene. “E’ stato bello vedere la bimba in braccio alla sua mamma. Le abbiamo augurato buona fortuna. Poi, molto felici, siamo tornati al nostro lavoro.”

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli