Arrestato gruppo di tre spacciatori radicato tra Angolo e Darfo Boario Terme

I Carabinieri della Compagnia di Breno hanno smantellato una rete di spaccio con l’arresto di tre persone, responsabili a vario titolo dei reati di detenzione e spaccio in concorso di sostanze stupefacenti. L’ordinanza di arresto è stata emessa dal Tribunale di Brescia a seguito delle indagini avviate l’estate scorsa che hanno documentato l’attività del gruppo di criminali radicato tra Angolo Terme e Darfo Boario Terme, dedita allo spaccio al dettaglio di cocaina.

A capo del gruppo un 37enne pregiudicato di origini albanesi, che si serviva di un connazionale di 29 anni e di un camuno di 54 per le consegne della sostanza. Il 37enne non incontrava dunque i clienti, ma li indirizzava dai suoi due collaboratori che vendevano. L’indagine era nata dall’arresto del 29enne, trovato in possesso di mezzo etto di cocaina. Da qui, i Carabinieri sono risaliti al fornitore e al 54enne, un operaio residente ad Angolo Terme.

Comunicavano tra loro in un gergo specifico: gli indagati indicavano con il termine “birra” una dose di cocaina da un grammo, mentre con il nome “cassa” si faceva riferimento a consegne di dieci grammi. Al momento dell’arresto del “capo”, questo ha negato di conoscere gli altri due coinvolti, nonostante le numerose chat rilevate tra loro riconducibili all’attività di spaccio. Secondo i Carabinieri, il gruppo era capace di piazzare oltre mezzo kg di cocaina al mese.

 

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli

Lombardia, sono 472 i nuovi positivi

I dati di martedì 21 settembre: – i tamponi effettuati: 61.172, totale complessivo: 14.542.980 – i nuovi casi positivi: 472 – in terapia intensiva: 62