carabinieri manette

Algerino violento semina panico a Boario Centro

Violento episodio poco prima delle 10.00 di questo venerdì 3 gennaio all’interno del Centro commerciale “Boario Centro”di via Manifattura a Boario Terme: un 52enne algerino, pregiudicato e armato di un coltello, ha cercato di aggredire il titolare del Nick’s Bar.

Tutto sarebbe iniziato a causa dell’aumento di 10 centesimi del prezzo del caffè: aumento scattato ovunque in Italia con il primo gennaio. L’algerino già noto alle forze dell’ordine per precedenti episodi violenti, avrebbe ritenuto una prepotenza nei suoi confronti e, al momento di pagare il conto è andato su tutte le furie, ha preso un bicchiere da un tavolino cercando di colpire alla testa il barista che, per difendersi, ha reagito spintonandolo e facendolo cadere a terra. A quel punto l’africano ha afferrato un coltello che si trovava sul bancone del bar e ha cercato di colpire il barista che era fuggito tra i negozi del centro commerciale davanti a clienti spaventati. Sul posto sono arrivate pattuglie di Carabinieri da Breno, Darfo, Pisogne e Borno, ma neppure davanti agli uomini in divisa il 52enne si è calmato: anzi ha cercato di colpire i Carabinmieri che, solo con l’utilizzo dello spray al peperoncino e con un intervento energico sono riusciti a immobilizzato. Nella colluttazione due carabinieri sono rimasti leggermente feriti, così come ferito è risultato anche l’aggressore: sono stati trasferiti in ambulanza da terra al Pronto Soccorso di Esine per le cure del caso. L’algerino ora dovrà rispondere di violenza e resistenza a pubblico ufficiale ma potrebbe anche essere accusato di ben altri e più gravi reati fino al tentato omicidio, visti i numerosi tentativi di accoltellare il barista ed i carabinieri.

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli