bando accumulo regione lombardia

4 milioni di euro per le energie da impianti fotovoltaici

Con un contributo pari a 4 milioni di euro Regione Lombardia ha finanziato 1394 domande per l’acquisto ed installazione di sistemi di accumulo di energia elettrica prodotta da impianti fotovoltaici.

“Uno straordinario successo – sottolinea Claudia Terzi, assessore all’Ambiente, Energia e Sviluppo sostenibile di Regione Lombardia – al di là di ogni aspettativa. Per il bando dei sistemi di accumulo sono pervenute 2522 richieste da parte dei cittadini lombardi che hanno, di fatto, esaurito tutte le risorse messe a disposizione”.
Il contributo assegnato è a fondo perduto ed arriva a coprire fino al 50 per cento delle spese dell’intervento, sino a un massimo di 3.000 euro. Essendo considerate ammissibili le spese effettuate successivamente alla data del 3 febbraio 2016 si è riusciti a finanziare anche quei cittadini che non hanno partecipato o vinto il bando precedente, ma che comunque hanno deciso di procedere con l’installazione dei sistemi di accumulo.
“Con il bando dello scorso anno – evidenzia l’assessore regionale – a cui avevamo destinato una dotazione di 2 milioni di euro, siamo riusciti a finanziare circa 500 nuovi sistemi di accumulo. Un risultato importante che, quest’anno, abbiamo quasi triplicato grazie allo sforzo straordinario e alle importanti risorse economiche che abbiamo messo in campo”. “Con questo provvedimento – fa presente Terzi – oltre a venire incontro alle esigenze dei cittadini lombardi e implementare l’utilizzo di fonti di energia rinnovabili, sosteniamo concretamente anche l’ambiente. Infatti, grazie all’aumento di energia elettrica autoprodotta – conclude Terzi – potranno diminuire le emissioni di gas serra derivanti dalla produzione di energia da combustibili fossili”.

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli

A Rota Imagna 100 bambini ucraini

Dal 20 marzo, Rota d’Imagna, paesino di 900 anime delle valli bergamasche, ospita 100 bambini ucraini. Sono tutti orfani che, forunatamente, sono riusciti a lasciare