Un film per gli “angeli” del Covid

L’Unione dei Comuni Alta Valle Camonica (Ponte di Legno, Temù, Vione, Vezza d’Oglio, Incudine e Monno) in collaborazione con il Cinema Alpi di Temù, hanno organizzano un evento speciale per ringraziare tutti coloro che, durante la pandemia di Covid-19, hanno contribuito per contenere la diffusione del virus e portando aiuto e conforto a tutte le famiglie del territorio.
I volontari sono stati invitati alla proiezione del docufilm “Io resto” del regista Michele Aiello (Verona, 1987), prodotto insieme a Luca Gennari e l’associazione culturale Zalab, in collaborazione con RCE Foto Verona e Comune di Brescia, racconta del lockdown di marzo 2020 con riprese effettuate agli Spedali Civili di Brescia.
Poiché secondo le nuove disposizioni la capienza al cinema è tornata al 100% si è optato per una sola proiezione alle ore 21 martedì 12 ottobre 2021 presso il Cinema Alpi di Temù.
Il lungometraggio racconta il dolore, l’impegno, l’empatia nelle corsie di un ospedale nel primo mese di pandemia, attraverso i volti e le storie di chi ha sofferto, i malati e i loro parenti, e dei medici e degli infermieri che hanno lavorato senza sosta per salvare vite, restando sempre in prima linea. Una testimonianza di ciò che è accaduto dove il dramma è stato vissuto, lontano dalle telecamere e dai commenti dei grandi media televisivi

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli

Cinema e Cibo: al cinema insieme…

La nuova edizione di “Cinema e Cibo-Cinema insieme…”  promossa dall’Amministrazione Comunale in collaborazione con Pro Loco di Darfo Boario Terme e il Consorzio Turistico Thermae&Ski

Carne, zucca e castagne

A Cascina Clarabella di Corte Franca si apre un ciclo di serate gastronomiche a tema dedicate all’autunno. Le serate si svolgono al ristorante della cooperativa

i Geppetti abbelliscono Colere

Dopo la mostra estiva delle sculture e oggettistica in legno, il gruppo de I Geppetti di Colere (Associazione di Promozione Sociale),  ha avviato il nuovo