vigili fuoco

Un aiuto per la casa di Irene

Una gara di solidarietà per aiutare Irene ed i suoi figli che sabato 21 dicembre sono rimasti senza casa a causa di un incendio che ha distrutto il tetto della villetta dove abitavano in mansarda, a Gorzone di Darfo B.T., grazie all’iniziativa dell’Istituto comprensivo Darfo 1.

I termini si possono trovare sui social e sulla pagina facebook della scuola. La proprietaria dell’abitazione andata a fuoco, infatti, è la vigilessa che si occupa della sicurezza dei bambini davanti alla scuola della frazione di Gorzone: da qui l’iniziativa dei genitori che non sono nuovi ad iniziative di solidarietà. L’associazione genitori ha aperto un conto corrente dove si possono inviare le donazioni. Il rogo, causato probabilmente dal surriscaldamento della canna fumaria della stufa a legna, si è sviluppato attorno alle 8 di sabato 21 dicembre. Tornando a casa da scuola la proprietaria ha visto del fumo sospetto ed ha chiamato subito i vigili del fuoco che sono arrivati con due squadre da Darfo e da Breno. Il loro lavoro ha evitato che l’incendio si propagasse al resto della casa, ma il tetto è andato quasi completamente distrutto e anche i danni all’appartamento sono ingenti, tanto che è stato dichiarato inagibile. La donna, insieme ai due figli, ha dovuto lasciare la casa. I bambini sono stati ospitati dalla nonna e lei dal fratello che vive al primo piano della villetta. Ora la gara di solidarietà promossa dall’Istituto comprensivo Darfo 1 vuole dare un segno concreto di solidarietà ad una famiglia che si trova in seria difficoltà.

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli

Le tante sorprese di un ghiacciaio

L’Università degli Studi di Brescia e in collaborazione con «Umanesimo artificiale» e «Idee di volumi” ha dato vita a un’iniziativa denominata “un suono in estinzione”

Continua la lotta al pesce siluro

Nella Riserva Naturale delle Torbiere del Sebino tornano gli interventi mirati al contenimento del pesce siluro. Regione Lombardia ha finanziato il nuovo progetto messo in