Treviolo, controlli agli esercizi pubblici: un bar sanzionato per cibo scaduto e violazione norme anti covid.

Nel corso della settimana, i Carabinieri della Compagnia di Bergamo hanno eseguito dei controlli alle
strutture ristorative di Treviolo, riscontrando diverse irregolarità in un bar del centro, sanzionato per circa
trenta mila euro.
I militari della Stazione Carabinieri di Curno, in collaborazione con la Polizia Locale di Treviolo, hanno
controllato gli esercizi pubblici dediti alla somministrazione di cibi e bevande, riscontrando diverse
irregolarità riconducibili sia agli aspetti sanitari che amministrativi.
In particolare, in un bar il personale operante ha accertato la violazione del norme “anti covid”, poiché
mancavano dispositivi adeguati di sanificazione e protezione individuale, nonché la presenza di bevande e
cibo scaduto, perlopiù stuzzichini, che pertanto sono stati sequestrati.
Nella circostanza, inoltre, i militari hanno identificato quindici avventori, dieci con precedenti vari, fra i
quali un uomo, 32enne di Treviolo, è stato trovato in possesso di una dose di cocaina, per uso personale, e
quindi segnalato all’autorità competente.
Al termine degli accertamenti, il locale è stato sanzionato per circa trenta mila euro, con contestuale
proposta di sospensione dell’attività commerciale inoltrata all’autorità di pubblica sicurezza.

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli