Sul sedime con decespugliatore e roncola Manutenzione sull’ex ferrovia a -7 gradi

Gli “Angeli della Ferrovia” all’opera: manutenzione sul vecchio sedime. E la speranza è che il tratto venga riaperto a breve come pista ciclabile. 

La mattina di sabato 7 gennaio -con una temperatura esterna di 7 gradi sotto lo zero-, si sono ritrovati i volontari del gruppo “Valentino Damiani – amici della Ferrovia Valle Brembana” per un intervento straordinario di pulizia del tratto di sedime ferroviario dalla località Ponti di Sedrina alla località Campana di Villa d’Almè. Armati di decespugliatore, roncola ben affilata e tanta voglia di lavorare gli “angeli della ferrovia”, come vengono definiti da molti, hanno provveduto a rendere accessibile e decoroso il tracciato dove una volta passava il trenino della Valle Brembana, sperando che venga aperto a breve come percorso ciclopedonale.

Viste le condizioni della vegetazione, i lavori si sono protratti anche domenica 8 e lunedì 9 gennaio sino alle 18. Durante le operazioni sono stati raccolti rifiuti di ogni genere che, una volta differenziati, sono stati avviati alla discarica. Il tracciato dell’ex sedime ferroviario, si snoda tra gallerie e scorci bellissimi immersi nella natura, che vanno rivalutati  per la viabilità lenta (passeggiate, escursioni, gite in bici) e come alternativa di collegamento tra il centro del Comune di Sedrina e la frazione Botta, chiaramente sempre con fine ciclopedonale. Ad oggi l’unica alternativa è il transito sulla strada provinciale (ex S.S. 470) che è pericoloso per bici e pedoni, nonché oggetto di numerosi incidenti soprattutto nella zona del Lisso.

“Crediamo molto in questo progetto – affermano gli Angeli della Ferrovia-, e continueremo a darci da fare con interventi di manutenzione e mantenimento di un bene comune che si era deteriorato dopo anni ed anni di completo abbandono. Gli anziani del paese ricordano bene il vecchio trenino che portava in città, mentre i giovani non lo conoscono nemmeno –aggiungono-. Vogliamo lanciare un appello a tutti i giovani di Sedrina per rendersi partecipi alle operazioni di pulizia, in quanto a loro è rivolto tutto questo impegno come opportunità d’incontro, socializzazione e valorizzazione di questo importante luogo nascosto e tutto da scoprire. E’ giunto il momento di dare lustro al tracciato ambientale naturalistico che rappresenta un’importante risorsa per il territorio di Sedrina e per tutta la Valle Brembana”. 

 

 


 

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli