Promozione agricoltura e filiere: finanziati 32 progetti con 2 mln

Tra i progetti spicca quello del Comune di Taleggio, finanziato con 100 mila euro. Contributi anche a Cusio, Averara, Camerata Cornello e Corna Imagna.

Dall’olio al pesce, dal lattiero caseario al mais, passando per la biodiversità. “Devo riconoscere che nel bando dedicato alla promozione dei temi agricoli e delle filiere agroalimentari, per il quale la Regione ha stanziato due milioni di euro al di fuori del contesto del Programma di sviluppo rurale, hanno vinto la fantasia e la pluralità dell’offerta agroalimentare lombarda di qualità”. Lo ha detto l’assessore all’Agricoltura della Lombardia Gianni Fava, alla luce dei risultati del bando che ha visto 32 enti pubblici proponenti aggiudicarsi 1.999.722 euro per la valorizzazione del territorio lombardo per la promozione di temi agricoli e di filiere agroalimentari locali.

Tra i progetti finanziati con 100.000 euro ciascuno, soglia massima erogata come contributo concesso: La transumanza sulla strada dello stracchino e della pietra, presentato dal Comune di Taleggio. “Accanto alle misure destinate a favorire la competitività delle imprese – ha dichiarato Fava – la Lombardia non dimentica i propri territori, le caratteristiche del sistema agroalimentare di qualità, le filiere che con la loro tradizione hanno saputo incrementare economie e fasce importanti della società”.

Di seguito l’elenco dei progetti per la sola provincia di Bergamo. Fra parentesi l’ente pubblico proponente e il contributo concesso da Regione Lombardia, che con successivi atti dirigenziali procederà alla liquidazione delle somme impegnate secondo le modalità previste dal bando: La transumanza sulla strada dello stracchino e della pietra, (Comune di Taleggio, 100.000 euro); valorizzazione del sistema di produzione e lavorazione del mais di montagna (Comune di Cusio, 47.110 euro); La valle dei cinque campi, (Comune di Corna Imagna, 52.340 euro); Progetto per la promozione delle tradizioni agroalimentari del territorio di Camerata Cornello e della Val Brembana, (Comune di Camerata Cornello, 73.440 euro); Bergamo-Hub Urbano dell’agricoltura biodiversa, (Comune di Bergamo, 40.950 euro); Terra di mercanti, tra agricoltura, cultura e sapori, (Comune di Averara, 69.118 euro); Agrimuseo orizzontale, (Comune di Treviglio, 100.000 euro). 

 

 


 

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli