Sopralluogo di Claudia Terzi e Alessio Rinaldi a Lovere e Sale Marasino

Lago d’Iseo: l’assessore regionale alle infrastrutture, Claudia Terzi, ed il Presidente di Autorità di Bacino Alessio Rinaldi, hanno effettuato dei sopralluoghi a Sale Marasino e Lovere, relativi alle opere cofinanziate sul demanio del Sebino.

Nell’ultimo triennio: 26 opere per nove milioni di Euro complessivi. Regione Lombardia ha cofinanziato 26 interventi infrastrutturali sul demanio dei Laghi di Iseo, Endine e Moro stanziando 7.127.955 euro su un totale di 9.036.810 euro, mentre la restante quota di finanziamento è a carico dell’Autorità di bacino dei laghi d’Iseo, Endine e Moro e dei Comuni proponenti. Di questi 26 interventi finanziati dal 2018 a oggi, 17 interventi sono stati completati, 8 interventi sono in corso di realizzazione e 1 in progettazione.

Oggi l’assessore regionale a Infrastrutture, Trasporti e Mobilità sostenibile, Claudia Maria Terzi, e il presidente dell’Autorità di bacino dei laghi d’Iseo, Endine e Moro, Alessio Rinaldi, hanno effettuato dei sopralluoghi sulle due sponde del Lago d’Iseo: a Sale Marasino (Bs) per visionare il nuovo pontile di attracco in funzione da pochi mesi, e a Lovere (Bg) per visionare i lavori in corso relativi al consolidamento dell’argine presso i Giardini Marinai d’Italia.

ASSESSORE TERZI – “La visita a Sale Marasino e Lovere – commenta l’assessore Terzi – è stata l’occasione per fare il punto sui lavori finanziati da Regione Lombardia in tutta l’area gestita dall’Autorità di bacino dei Laghi Iseo, Endine e Moro: parliamo di oltre 7,1 milioni di investimenti, a cui si aggiungeranno altre risorse questa estate quando approveremo una delibera per il finanziamento di ulteriori opere. Abbiamo finanziato interventi sui pontili, riqualificazione dei lungolago, consolidamenti spondali o passerelle pedonali, solo per fare alcuni esempi: opere infrastrutturali finalizzate a potenziare l’attrattività dei nostri laghi e a implementare i servizi e le possibilità offerte a residenti e turisti. Il Sebino ha vissuto negli anni scorsi una stagione di rilancio: ora gli investimenti regionali possono essere una leva per la ripartenza economica. Il nostro impegno prosegue”.

PRESIDENTE AUTORITA’ DI BACINO RINALDI – “Con grande soddisfazione presentiamo alcune opere realizzate da Autorità di Bacino grazie ai fondi erogati da Regione Lombardia per il mantenimento e la valorizzazione del demanio lacuale. Attraverso un lavoro di squadra che ha visto il Consiglio di Amministrazione e la componente tecnica lavorare in stretta collaborazione sono stati realizzati importanti interventi di riqualificazione che hanno coinvolto negli anni tutti e tre i laghi Iseo, Endine e Moro”.

Questi i due interventi su cui è stato effettuato il sopralluogo: SALE MARASINO, NUOVO PONTILE – Il nuovo pontile di attracco battelli a Sale Marasino, entrato in funzione alla fine del 2020, e la messa in sicurezza del pontile esistente sono stati interamente finanziati da Regione con 650.000 euro. Il secondo pontile consente di gestire in modo efficiente i collegamenti verso Monte Isola soprattutto nei periodi primaverili ed estivi di particolare afflusso turistico. Il secondo nuovo pontile è comprensivo, tra le altre cose, di rampa di accesso al pontile dal percorso pedonale, avantpontile, mappa mobile, segnalazione e pannello informativo; pensilina per sosta passeggeri; biglietteria con servizi igienici; percorso tattile per non vedenti e rifacimento marciapiede di raccordo con il lungolago; telecamere di videosorveglianza e sicurezza.

LOVERE, CONSOLIDAMENTO SPONDALE – Il consolidamento strutturale e la messa in sicurezza della muratura spondale presso i Giardini Marinai d’Italia a Lovere, in corso di realizzazione, ha un costo complessivo di 150.000 euro, di cui 90.000 euro da Regione e 60.000 dall’Autorità di bacino. Le strutture d’argine oggetto di intervento separano il Lago d’Iseo dai retrostanti Giardini Marinai d’Italia, a loro volta affacciati su Palazzo Tadini, immobile che ospita l’accademia di belle arti. Frontalmente alle strutture di costa c’è un’area portuale regionale adibita a ormeggi. L’intervento è finalizzato quindi al consolidamento della linea di costa a protezione delle suddette opere a garanzia della sicurezza dell’utenza.

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli