Sonico, tre arresti presso la comunità Exodus: spacciavano agli ospiti

I carabinieri della Stazione di Edolo hanno individuato e arrestato tre uomini di origine marocchina scoperti a spacciare cocaina agli ospiti della comunità locale di recupero a Sonico. Con la collaborazione di personale del Nucleo Cinofili di Orio al Serio, i tre sono stati arrestati per il reato di concorso in spaccio di sostanze stupefacenti. Le indagini hanno svelato che i tre erano già responsabili di numerose cessioni di cocaina a favore di alcuni ospiti della comunità terapeutica Exodus di Sonico, oltre ad altri tossicodipendenti residenti in Valle Camonica. Le indagini sui tre erano state avviate a seguito di alcune segnalazioni fatte dal responsabile della struttura di recupero dopo aver diverse volte notato la presenza dei sospettati nella zona circostante. Gli accertamenti hanno permesso di scoprire l’identità dei tre spacciatori, tutti pregiudicati, di 43, 35 e 31 anni: i primi due residenti a Berzo Demo, il terzo proveniente dal modenese.

I Carabinieri sono risaliti ai contatti tra gli spacciatori e i clienti, che acquistavano singole dosi da mezzo grammo di cocaina in cambio di ottanta euro. Una volta accertate le modalità degli incontri e individuati i luoghi dove avvenivano le consegne, hanno depositato l’esito delle indagini alla Procura della Repubblica di Brescia che ha emesso l’ordine di arresto. Il GIP ha applicato nei confronti del 43enne il divieto di dimora in provincia di Brescia, mentre gli altri due indagati sono stati sottoposti all’obbligo di presentazione giornaliera.

 

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli