Soccorsi nella notte due speleologi bloccati su una cengia

Sono stati Soccorsi e portati in salvo stanotte due alpinisti, un uomo di 34 anni, residente in provincia di Brescia, e una donna di 34, della provincia di Bergamo che hanno trascorso momenti di tensione e di paura. Erano bloccati su una cengia all’uscita della cresta nord-ovest del Monte Castello di Gaino. L’attivazione da parte della centrale per il Soccorso alpino è arrivata alle 20:30. Sono partiti subito sei tecnici della Stazione di Valle Sabbia, V Delegazione Bresciana. I soccorritori si sono divisi in due gruppi per procedere in direzioni diverse: poco dopo li hanno avvistati dalla cima. La seconda squadra allora ha continuato in cresta, poi i tecnici si sono calati dal versante ovest. Li hanno raggiunti e recuperati, erano illesi; infine, li hanno accompagnati fino al sentiero. L’intervento è finito all’una di notte.

Riportiamo un appello del Corpo Nazionale Soccorso Alpino e speleologico: “Le giornate diventano sempre più corte e le ore di luce a disposizione si riducono: se vi trovate in difficoltà, chiedete subito aiuto, perché un intervento svolto al buio è sempre più complesso. Importante anche verificare sempre le previsioni meteorologiche, per capire come evolve la situazione sotto questo aspetto. “

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli

Zogno, si chiude la Castagnamo

Domenica 28 a Zogno si conclude con Castagnamo la tredicesima edizione della rassegna gastronomica- culturale Sapori & Cultura inaugurata a inizio ottobre. Un  appuntamento –

Voglia di musica in Valle Camonica

Nascerà la banda musicale giovanile della provincia di Brescia dell’Associazione nazionale bande musicali, Anbima? E’ presto per dirlo, ma ci sono già i presupposti perché