Simulazione di ricerca in valanga in Valle Camonica

È stata la prima di tre giornate di addestramento, quella tenutasi nei giorni scorsi in Bazena, territorio del comune di Breno, in Valle Camonica. I tecnici della V Delegazione Bresciana hanno partecipato al simulato di una ricerca in valanga: due gli scenari, con due differenti ipotetici distacchi, con una ventina di tecnici impegnati, oltre a una Unità cinofila da ricerca in valanga (UCV) del Cnsas – Corpo nazionale Soccorso alpino e speleologico. I soccorritori hanno approfondito la parte riguardante la movimentazione, anche con i mezzi fuoristrada a trazione integrale. Otto persone, quattro figuranti per ogni valanga, risultavano sepolte sotto la neve; una di queste non aveva l’artva (apparecchio ricerca travolti in valanga) e quindi, per trovarlo hanno dovuto mettere in atto una serie di sondaggi, fino al ritrovamento. La simulazione è terminata con il trasporto della persona in Bazena, dove di solito staziona l’ambulanza, per il trasporto in ospedale. Il Cnsas – Corpo nazionale Soccorso alpino e speleologico si occupa degli interventi di carattere tecnico – sanitario in ambiente impervio, in stretto coordinamento con il sistema dell’emergenza urgenza sanitaria, in Lombardia rappresentato da Areu, con i servizi di elisoccorso e con le centrali del numero unico di emergenza 112. Nelle nostre squadre, per gli interventi via terra vi sono medici e infermieri di elevata professionalità, certificati dalle Scuole del Cnsas e abilitati a operare in ambiente impervio.

Condividi:

Ultimi Articoli