Si consolida il progetto per un’avio superficie nell’alto Sebino

                                                                      Domani, sabato 18 novembre, è in programma a Gallipoli una tavola rotonda sul tema Opportunità e sinergie per fare dell’Italia il polo-avioturistico europeo. Progetto pilota regioni Lombardia, Marche e Puglia. Aviazione Marittima Italiana,

infatti, in collaborazione con Avioresort Caroli Hotels, l’Università Popolare del Mediterraneo, Aeroclub Aquile Fermano, Scuola Italiana Volo, Centro Volo Nord, intende consolidare rapporti di partenariato con Lovere, Costa Volpino, San Benedetto del Tronto, Gallipoli e Nardò, per realizzare il progetto Avioresort e Idrobasi d’Italia. La tavola rotonda segue di pochi giorni la notizia del finanziamento con circa 3 milioni di euro del progetto Swan (Enhancing regional transportation through Sustainable Water Aerodrome Network.

 Alla tavola rotonda parteciperanno – oltre ai sindaci di Nardò e Gallipoli e al presidente di Aviazione Marittima Italiana- il sindaco di Lovere Giovanni Guizzetti, il responsabile della promozione turistica della Provincia di Bergamo Giuseppe Venuti, il presidente del Centro Volo Nord Gianni Bonafini.

Gli obiettivi che l’Aviazione Marittima Italiana intende centrare assieme ai Comuni e agli altri enti coinvolti, tra gli altri, sono quelli di promuovere i territori, stimolare l’interesse dei flussi avioturistici e attrarne dei nuovi, creare, ampliare e implementare il sistema produttivo enogastronomico ed economico locale.

 A conclusione dei lavori della tavola rotonda sarà firmato un protocollo d’intesa che consentirà di formalizzare la cooperazione ai fini della realizzazione del progetto Avioresort e Idrobasi d’Italia.

 Le novità e i contenuti di questa intesa saranno illustrati nel corso di una conferenza stampa in programma domenica 19 novembre a Gallipoli.

(Immagine riferita alla manifestazione di quest’estate a Costa Volpino)

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli

A Rota Imagna 100 bambini ucraini

Dal 20 marzo, Rota d’Imagna, paesino di 900 anime delle valli bergamasche, ospita 100 bambini ucraini. Sono tutti orfani che, forunatamente, sono riusciti a lasciare