Salmna elicottero

32enne si lancia dal ponte a Zone e perde la vita

Shock nella comunità di Zone per la tragica fine di un 32enne del paese, di professione fornaio, avvenuta questo venerdì mattina nella forra del torrente Bagnadore, all’altezza del ponte omonimo lungo la via Sebino della strada provinciale 32 Marone-Zone.

Il giovane è caduto nel fondo della forra con un volo di almeno 20 metri finendo su lastre di pietra sotto il ponte. Pare che una passante lo abbia visto ed abbia fermato il padre del giovane che proprio in quel momento stava passando in motorino. Immediato l’allarme al 112: sul posto è arrivata l’ambulanza da terra della Croce rossa mentre da Brescia è stato inviato l’elicottero con a bordo il medico, da Marone sono saliti i Carabinieri della locale stazione e da Boario una squadra di Vigili del fuoco, con il supporto dei colleghi da Brescia. I soccorritori sono quindi scesi nella forra da un ripido sentiero: i sanitari hanno recuperato l’infortunato, lo hanno posizionato sulla barella spinale ed hanno cercato di rianimarlo, ma le sue condizioni sono parse da subito molto gravi: infatti, attorno alle 11.00, nonostante tutti i tentativi fatti dall’équipe medica, ha cessato di vivere. La compagna con i famigliari e gli amici hanno assistito a tutta la drammatica sequenza dal ponte, che nel frattempo era stato transennato, mentre si stava radunando molta gente. La strazio dei parenti è stato grande; anche il primo cittadino Marco Zatti è stato presente alle operazioni fino a che il corpo del giovane è stato recuperato dall’elicottero del 118 che, con il verricello, lo ha trasferito alla piattaforma da dove il carro funebre lo ha preso in consegna e traslato alla camera mortuaria del cimitero di Zone. Intanto la voce è corsa veloce nella comunità di Zone dove tutti si conoscono, anche perché lungo la provinciale a monte e a valle del ponte si è formata un lunga coda di veicoli impossibilitati a proseguire, in attesa della conclusione dell’intervento: il giovane è molto conosciuto in paese sia per la sua attività che per la presenza alle manifestazioni ed alle varie feste. Oltre ai genitori, il 32enne lascia la compagna e la figlioletta di 4 anni e un fratello.

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli

A Rota Imagna 100 bambini ucraini

Dal 20 marzo, Rota d’Imagna, paesino di 900 anime delle valli bergamasche, ospita 100 bambini ucraini. Sono tutti orfani che, forunatamente, sono riusciti a lasciare