S.A.R.E.I.: un progetto socialmente unico

Socializzazione, Accoglienza, Relazione, Esperienza e Integrazione. Sono questi gli intenti del progetto S.A.R.E.I., nato nel 2000 per avvicinare i ragazzi della scuola secondaria di 1° di Predore agli ospiti dell’istituto psicopedagogico Angelo Custode di Predore. La struttura si occupa di riabilitazione di persone affette da disabilità fisica, sensoriale o psichica durante l’età evolutiva, cioè dai primi mesi di vita fino ai 18 anni di età.
L’iniziativa sociale ha riscosso molto successo fra i giovani studenti, tanto da coinvolgere nel 2006 anche l’Istituto Comprensivo di Tavernola.
Quest’anno l’obiettivo si tradurrà in uno spettacolo teatrale realizzato dagli alunni e allestito per le loro famiglie e per l’intera cittadinanza. In occasione della messa in scena, programmata per il prossimo 22 aprile, sarà possibile anche acquistare delle magliette messe in vendita al costo 5 euro, che verranno interamente devoluti all’Istituto. L’idea è stata proposta da Mara Polini, mamma di uno dei bambini ospiti all’Angelo Custode, fermamente convinta dell’importanza del lavoro svolto dalla realtà educativa: “La mia iniziativa vuole essere un modo per sostenere l’istituto facendo anche in modo di promuoverne le attività con un messaggio chiaro e concreto”.
Sarà possibile acquistare le t-shirt presso il Bar Grillo di Costa Volpino, il concept store Il Molo di Costa Volpino e l’Istituto Angelo Custode.

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli

A Rota Imagna 100 bambini ucraini

Dal 20 marzo, Rota d’Imagna, paesino di 900 anime delle valli bergamasche, ospita 100 bambini ucraini. Sono tutti orfani che, forunatamente, sono riusciti a lasciare