Regione Lombardia, stanziati 500.000 euro per la bonifica dei siti contaminati

Con uno stanziamento di 500.000 euro Regione Lombardia intende promuovere i processi di bonifica e di rigenerazione dei siti potenzialmente contaminati; è quanto previsto dal decreto dell’Assessorato all’Ambiente e Clima della Regione Lombardia. I finanziamenti sono destinati a soggetti pubblici e privati non responsabili della contaminazione e potranno essere utilizzati per la caratterizzazione e la redazione di studi di fattibilità urbanistico-edilizia e per la progettazione della bonifica dei siti.

La finalità del bando è quindi quella di promuovere l’avvio dei processi di bonifica e di rigenerazione dei siti potenzialmente inquinati. La volontà è quella di incentivare, ad esempio, gli studi di fattibilità necessari alla riqualifica e al recupero delle aree potenzialmente contaminate, nonché a ridurre il consumo del suolo.

Destinatari. Sono ammessi a partecipare la bando i soggetti pubblici o privati della Regione Lombardia, purché non responsabili della contaminazione e i Comuni lombardi. Le risorse disponibili sono complessivamente di 500.000 euro. L’importo massimo riconosciuto per ciascuna attività non potrà essere superiore a 50.000 euro per la redazione, integrazione o aggiornamento del Piano di caratterizzazione. Non oltre le 100.000 euro per l’esecuzione del Piano di caratterizzazione. Il contributo, infine, non dovrà superare i 25.000 euro per la redazione dello studio di fattibilità urbanistico-edilizia.

Le domande dovranno essere presentate online collegandosi al sito informativo della piattaforma regionale ‘Bandi online’ all’indirizzo: www.bandi.regione.lombardia.it dall’1 al 30 settembre 2020.

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli