Referendum: si vota nel giorno di San Sòla

L’assessore regionale Sorte: se votare no significa staccare la spina a chi penalizza i nostri cittadini, una riflessione bisogna farla. 

Il referendum si svolgerà nel giorno in cui si festeggia san Sòla. Se il buon giorno si vede dal mattino…“. Lo ha detto ironicamente l’assessore regionale alle Infrastrutture e Mobilità, Alessandro Sorte, durante la trasmissione tv Orario Continuato.

“La Legge Delrio – infatti – ha ricordato l’assessore – non ha abolito le Province, ma ha svuotato questi Enti dei finanziamenti necessari a garantire servizi indispensabili. Ecco perché sono esplosi problemi e questioni legati a edilizia scolastica, manutenzione delle strade e trasporto pubblico. Nel 2015 e nel 2016, quindi, per aiutare concretamente gli Enti a far fronte a questi tagli, abbiamo dato 20/30 milioni di euro in più rispetto agli anni passati”.

“Se votare no al referendum – ha concluso Sorte – significa staccare la spina a chi penalizza i nostri cittadini, una riflessione bisogna farla”.

 


Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli

Le tante sorprese di un ghiacciaio

L’Università degli Studi di Brescia e in collaborazione con «Umanesimo artificiale» e «Idee di volumi” ha dato vita a un’iniziativa denominata “un suono in estinzione”

Continua la lotta al pesce siluro

Nella Riserva Naturale delle Torbiere del Sebino tornano gli interventi mirati al contenimento del pesce siluro. Regione Lombardia ha finanziato il nuovo progetto messo in